mercoledì , Marzo 3 2021

Appalti Pubblici: pienamente operativa la nuova legge regionale

Appalti pubbliciL’Assessorato Regionale Infrastrutture ha pubblicato sul proprio sito istituzionale l’atetsa circolare esplicativa sulla nuova legge in materia di aggiudicazione appalti.
Ricordiamo che con la L.R. n. 14 del 10 luglio ed in vigore dal 18 luglio scorso, il legislatore regionale ha inteso porre un freno ai rischi connessi all’eccesso di ribassi ed alla pratica illecita delle cordate d’imprese organizate per turbare le gare d’appalto.
La scelta del legislatore è stata duplice: da un lato ha introdotto un meccanismo di esclusione automatico dei ribassi che basandosi su un artificio matematica capace di creare indeterminatezza esclude la possibilità di cordate preorganizzate, dall’altro pone una soglia ai ribassi (25%) oltre la quale occorre produrre giustificazioni sin dalla presentazione dell’offerta.
Con la Circolare l’assessorato chiarisce alcuni punti cardine della Legge.
Con una puntuale analisi viene esplicitato come la legge sia foriera di un aumento di concorrenza nel mercato dei contratti pubblici.
Vengono poi esplicitate le operazioni da eseguire per determinare la soglia di anomalia:
l) esclusione in misura del 10% arrotondato all’unità superiore, delle offerte ammesse di maggior ribasso e di minor ribasso (cd taglio delle ali);
2) calcolo della media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse dopo l’esclusione del 1 0% (cd. taglio delle ali);
3) somma di tutti i ribassi delle offerte ammesse;
4) se la prima cifra, dopo la virgola, della somma dei ribassi di cui al punto 3) è un numero PARI, la media aritmetica calcolata al punto 2) viene incrementata di un valore percentuale, pari alla stessa cifra, calcolato sulla media aritmetica. Pertanto la media aritmetica incrementata determina la soglia di anomalia;
5) se la prima cifra, dopo la virgola, della somma dei ribassi di cui al punto 3) è un numero DISPARI, la media aritmetica calcolata al punto 2) viene decrementata di un valore percentuale, pari alla stessa cifra, calcolato sulla media aritmetica. Pertanto la media aritmetica decrementata determina la soglia di anomalia;
6) se la prima cifra, dopo la virgola, della somma dei ribassi di cui al punto 3) è ZERO la media aritmetica calcolata al punto 2) rimane tale e determina la soglia di anomalia;
7) l’aggiudicazione è disposta in favore dell’offerta che più si avvicina per difetto alla soglia di anomalia come determinata ai superiori punti 4) ovvero 5) ovvero 6).

La norma impone le giustifcazioni dei ribassi sopra il 25% sin dalla presentazione dell’offerta, giustificazioni che nel caso di aggiudicazione saranno sottoposte a verifica di congriuita con la modalità definite da apposito decreto assessoriale e nelle more con i cretiri di legge già esistenti.

La Circolare evidenzia come la norma esplichi i suoi effetti su tutte le amministrazione locali dell’ordinamento siciliano.

a cura di Gildo Matera