martedì , Gennaio 19 2021

Prossimamente a Pietraperzia “baratto amministrativo” e “bilancio partecipativo”

Pietraperzia Antonio Calgero BevilacquaContinua l’intensa attività amministrativa nel Comune di Pietraperzia, il Presidente del Consiglio, ing. Rocco Miccichè che a breve partirà per Torino per partecipare alla quarta edizione di un corso di formazione specialistica in amministrazione municipale (ForsAM) della Scuola ANCI (Associazione Nazionale Comuni di Italia) per giovani amministratori dove è stato ammesso tra quaranta amministratori in tutta Italia; ha preparato insieme ai consiglieri di maggioranza due regolamenti per rendere i cittadini più partecipi alla vita amministrativa del paese. I due regolamenti in questione sono il “baratto amministrativo” e il “bilancio partecipativo”, entrambi saranno a breve portati prima di fronte alla commissione che si occupa dei regolamenti e successivamente all’approvazione nel prossimo consiglio comunale che si terrà i primi di settembre.
Il primo regolamento riguarda il “baratto amministrativo” che è una forma di agevolazione per coloro che non sono riusciti a pagare i tributi comunali sino al 31 dicembre dell’anno precedente alla presentazione della domanda; che possono dunque sanare il loro debito offrendo una propria prestazione di pubblica utilità che andrà ad integrare il servizio già svolto dai dipendenti e collaboratori comunali. I destinatari del “baratto amministrativo” sono residenti maggiorenni con un indicatore ISEE non superiore a 8.500€ e che hanno tributi comunali non pagati, iscritti a ruolo e non ancora regolarizzati; nel caso in cui l’importo totale delle richieste fosse superiore all’importo complessivo del “baratto amministrativo” la graduatoria privilegerà le classi sociali più deboli. I destinatari del “baratto amministrativo” non possono occupare, in alcun modo, posti vacanti nella pianta organica del Comune.
Il secondo regolamento riguarda il “bilancio partecipativo” che è un processo di democrazia diretta, attraverso il quale i cittadini partecipano alle decisioni che riguardano l’utilizzo e la destinazione delle risorse economiche dell’Ente nelle aree e nei settori nei quali l’Ente ha competenza diretta. L’intero percorso porta a responsabilizzare i cittadini nell’espressione dei loro bisogni nonché a comprendere le esigenze dell’intera collettività. Il Sindaco e la Giunta Comunale individuano annualmente nel contesto del bilancio di previsione e nelle successive fasi, le aree tematiche e l’entità delle risorse da sottoporre alla procedura partecipata. Le aree tematiche possono essere distinte in: manutenzione illuminazione pubblica e strade interne; manutenzione e miglioramento spazi e aree verdi; attività socio-culturali e sportive; politiche sociali, educative e giovanili; sviluppo socio-economico riguardante i settori turismo, agricoltura, artigianato e commercio. L’assessorato al Bilancio del Comune di Pietraperzia è responsabile dell’organizzazione e della gestione del processo partecipativo.