martedì , Gennaio 19 2021

A19. Svincolo Ferrarelle, ancora ritardi, manca accordo tra Anas e Proterzione Civile

Area Ferrarelle A19 svincoloEnna. Lunedì pomeriggio il prefetto, Fernando Guida, ha incontrato Franco Costanza, sindaco di Villarosa, che aveva chiesto un incontro per conoscere quali sono le situazioni relativi alla messa in esercizio dello svincolo di Ferrarelle, che si trova a cinque chilometri da Villarosa e che costituisce un importante svincolo per Villarosa e i comuni vicini, dopo che è stato chiuso al transito lo svincolo di Ponte Cinque Archi. Di notizie concrete non ce ne sono perché per l’attivazione dello svincolo sono necessari i finanziamenti della Protezione Civile e gli elaborati tecnici dell’Anas. Il comune di Villarosa, grazie all’intervento di alcuni imprenditori ha già da tempo sistemato il tratto di strada che collega l’autostrada Palermo-Catania con la statale 121, solo che bisogna ora passare a problemi operativi perchè sono necessari sia la bitumazione della strada sia la messa in opera sia della segnaletica verticale che orizzontale e la spesa si aggira intorno ai 300 mila euro. Il problema attuale che c’è un palleggio tra Anas e Protezione Civile. La prima aspetta la notizia del finanziamento, mentre la Protezione Civile aspetta il progetto ed ancora una parola definitiva non arriva mentre i cittadini di Villarosa e quelli dei comuni vicini, compresa Nicosia, aspettano che questo svincolo di Ferrarelle diventi attivo per vedersi diminuire i disagi che da diversi mesi esistono nella transitabilità di Villarosa e dintorni. Il sindaco Franco Costanza non molla, continua ad operare per cercare di mettere in moto tutto l’iter per arrivare all’apertura dello svincolo di Ferrarelle, che diminuirebbe sensibilmente i disagi dei cittadini costretti giornalmente a percorrere strade dissestate e pericolose.






Riprendiamo e pubblichiamo dal quotidiano La Sicilia