mercoledì , Marzo 3 2021

Assoconsumatori: assemblee per la restituzione del deposito cauzionale EAS

ASSOCONSUMATORINutrita assemblea si è svolta a Caliscibetta nei locali della Coop. S. Pietro, per il recupero delle somme versate all’EAS dagli utenti, quale deposito cauzionale. I cittadini di Calascibetta, ove il servizio idrico era gestito dall’EAS, avevano versato il deposito cauzionale che nel passaggio al nuovo gestore è stato conguagliato dall’EAS, oggi in liquidazione, ad Acquaenna. “La stessa incurante delle norme ha imposto un secondo versamento di 25 euro ai cittadini utenti, pena il distacco del servizio – fa presente il rappresentante di Assoconsumatori, Pippo Bruno, naturalmente, come giusta norma, il cittadino non deve pagare due volte la cauzione, pertanto l’associazione ha intrapreso una serie di incontri nelle diverse realtà: Calascibetta, Pietraperzia, Aidone e Leonforte ove il servizio era gestito fino al 2005 dall’EAS con l’intendo di ottenere la restituzione del deposito, ripeto, conguagliato al nuovo gestore”. L’incontro è stato possibile grazie alla sensibilità del presidente della cooperativa Giorgio Di Franco, di Giuseppe Vanadia e Gabriella Capizzi che si sono battuti e si battono per il riconoscimento dei diritti dei cittadini. Numerosi gli interventi dei cittadini a dimostrazione di come la problematica sia percepita come un abuso che deve essere combattuto. L’associazione ha sottolineato come su tale argomento sia stata interessata la Procura della Repubblica ed il Giudice di Pace del quale si aspetta il pronunciamento in merito a deposito cauzionale e partite pregresse 2005/2010.