mercoledì , Aprile 14 2021

Pugilato ad Enna, sul ring i pugili delle categorie Schoolboys e Junior

pugilatoLa tre giorni di pugilato ad Enna nella palestra polisportiva ha dimostrato che il pugilato giovanile siciliano, categoria schoolboys e juniores è il migliore dell’Italia, avendo preceduto per qualità e quantità anche la Campania. A scandire il tempo dei tanti incontri che si sono svolti da venerdì a domenica sono stati i cronometristi dell’Associazione “Angelo Barbarino” Gagliardi e Barbarino con l’assistenza del presidente Calogero Nasonte. Presente alla manifestazione anche Salvuccio Cavallaro, numero uno azzurro nella categoria 75 kg e aspirante alla partecipazione alle Olimpiadi di Rio, che ha fatto il tifo per il cugino Salvatore Cavallaro che si è aggiudicato il titolo della categoria 63 kg. “E’ stata una manifestazione ricca di talenti, dimostrando che il nostro pugilato è in crescita – ha dichiarato il presidente regionale della FPI, Piero Tamburo, molto conosciuto in campo internazionale per essere il fisioterapista di Jorge Lorenzo Campione mondiale del Gp – ci sono tanti talenti che stanno crescendo e che hanno guadagnato il pass per i campionati italiani”. Sono 23 i pugili che hanno ottenuto il pass per i campionati italiani di categoria, ai quali aggiungere i sei pugili che il pass lo avevano tenuto nella manifestazione di Ficarazzi Nella categoria 37/38,5 categoria schoolboy Orazio Giannì ha battuto ai punti Mattia Schininà. L’avolese Sebastiano Guastella ha vinto la categoria 40 kg, nella categoria 44,5 Mauro Morici Pol Defense ha battuto Gioele Lombardo della Pugilistica Dresda. Daniele Salerno ha vinto la categoria 48 kg; nei 46 kg pass tricolore per Giorgio Nicosia(Pugilato Maira, ha battuto Dennis Gionfriddo (Pug Busà) Flavio Casiraro ha conquistato il pass tricolore nella categoria 50 kg., mentre nella categoria 52 kg ha vinto Sebastiano Genovese (pugilato Rossitto). I vincitori juniores sono Gabriele Puccia 44/46, Corrado Depoli 50 kg, Ruben Ficara 54kg, Domenica Reina nei 57 kg, Leonard Mairani 60 kg, Giovanni Gucciardi 66kg, Lorenzo Corallo nei 70 kg, Antonio Spampinato nei 75 kg e Giacomo Lupo negli 80 kg.