mercoledì , Gennaio 27 2021

Pietraperzia. Un euro al giorno per chi adotta un cane dal canile comunale

un euroPietraperzia. Si è tenuto una prolifica seduta di consiglio con un corposo ordine del giorno, interamente espletato. Fra i punti in programma meritano di essere sottolineati l’adozione del regolamento che prevede la concessione di incentivi all’adozione di cani randagi, quello che disciplina un elenco comunale degli avvocati e quello che regola le comunicazioni gratuite ad opera di gruppi e partiti politici. Per ciò che concerne il primo strumento, è stato interamente confermato il testo esitato dalla prima commissione presieduta dal consigliere Filippo Bevilacqua e che prevede il riconoscimento di un euro al giorno per ogni cittadino residente a Pietraperzia che decida di adottare un cane fra quelli catturati nel territorio comunale e ricoverati presso il canile, fino ad un massimo di 365 euro all’anno da scomputare dalle tasse comunali (IMU, TASI o TARI). Il regolamento è immediatamente esecutivo, pertanto dalla prossima settimana sarà possibile presentare le domande presso l’Ufficio Tecnico che le analizzerà in ordine cronologico fino ad esaurimento degli animali. Anche il regolamento sull’albo comunale degli avvocati è stato approvato nella forma elaborata dalla prima commissione che prevede la possibilità di iscrizione solamente agli avvocati del Foro di Enna ed a quelli residenti a Pietraperzia a prescindere dal Foro di appartenenza, dietro domanda che può essere presentata fino al 30 giugno per l’anno in corso. Una volta terminato l’iter di formazione dell’albo, previsto per fine agosto, gli incarichi verranno affidati dal Responsabile del servizio secondo il principio di rotazione fra i professionisti seguendo l’ordine cronologico di iscrizione ed il campo di specializzazione degli stessi. L’altro regolamento, che consente a tutti i partiti e gruppi politici rappresentati a livello locale di affiggere propri manifesti in maniera del tutto gratuita presso la bacheca che sarà istallata in Piazza ovvero tramite treppiedi mobili, è stato invece votato favorevolmente soltanto dai sei consiglieri di maggioranza, mentre si sono astenuti i quattro di minoranza. A conclusione della seduta il capogruppo grillino Vincenzo Buttiglieri si dichiara estremamente soddisfatto per gli storici ed innovativi regolamenti adottati, sottolineando però che “è paradossale come i consiglieri di minoranza si siano astenuti sul regolamento che dà loro la possibilità di criticare in maniera del tutto gratuita e libera questa amministrazione e siamo stati solo noi di maggioranza ad approvarlo. È l’esatta applicazione dell’aforisma di Voltaire che recitava: non condiviso la tua idea ma darei la vita perché tu la possa esprimere”.

Giuseppe Carà