venerdì , Giugno 18 2021

Assoconsumatori – AssoConsum: Consorzio Bonifica: servizi pubblici essenziali vanno garantiti!

consorzio bonifica6Enna. “Che si sia perso il senso delle regole è ormai assodato, ma certo così non si può andare avanti” così chiosa Pippo Bruno rappresentante provinciale Assoconsumatori – AssoConsum.
Gli operatore dei consorzi di bonifica in provincia di Enna sono sul sentiero di guerra per le mancate retribuzioni degli stipendi che ormai si protrae da lungo tempo e certo i lavoratori e le loro famiglie che vivono delle mensilità non possono andare avanti, a loro va la piena solidarietà delle associazioni che rappresentiamo. Anche se va evidenziata la poca lungimiranza di una politica miope che ha reso inefficiente la gestione della cosa pubblica, dove tutto è servito a fare clientelismo fine a se stesso. Adesso che i soldi sono finiti ecco apparire i problemi che sembrano invalicabili e mentre i servizi periferici soffrono di questa mancanza di liquidità i centri di potere regionali e nazionali continuano imperterriti come se la crisi economica non li toccasse. “Se questa è la situazione non va dimenticato che vi sono dei servizi essenziali che non possono essere disattesi – continua Pippo Bruno – primo fra tutti la distribuzione del bene primario cioè l’acqua che deve essere erogata agli utenti qualsiasi forma di contestazione possa essere messa in atto ed il disattendere tale norma crea un precedente inquietante per tutta la comunità. Se vengono a non essere forniti i servizi essenziali saremmo al caos, basti pensare se i medici scioperassero e non funzionasse il pronto soccorso”.
assoconsumatori asso consum“Noi come associazione dei consumatori, esprimendo piena solidarietà ai dipendenti dei consorzi, auspichiamo che chi si è assunto l’alto onore di gestire la cosa pubblica sappia operare per dare serenità alle maestranze dei consorzi di bonifica, ma chiediamo con forza che siano rispettate le garanzie dei servizi essenziali e tra questi in modo improcrastinabili la garanzia dei servizi idrici per le utenze rurali e non che i consorzi di bonifica garantiscono. Seguiremo attentamente lo sviluppo della situazione pronti ad intervenire per evitare il caos, richiamare tutti ai propri doveri istituzionali che non possono essere disattesi con la semplice scusa di mancanza di liquidità economica per i centri di servizio periferici quali sono i consorzi di bonifica”, conclude il rappresentate Assoconsumatori – AssoConsum.