lunedì , Aprile 12 2021

Aidone, alunni del Cordova aprono le “Finestre alla legalità”

Aidone. Gli alunni delle terze classi della scuola Secondaria di I grado dell’istituto comprensivo Cordova, diretto dalla dirigente scolastica dott.ssa Maria Concetta Messina, a conclusione del progetto didattico educativo apriamo le “Finestre alla legalità”, finanziato con legge regionale n. 20/99, hanno messo in scena, presso il cineteatro Herbita, il dramma, in due tempi, “Fango”, realizzato da Gabriello Montemagno, su richiesta dell’associazione “Pio La Torre” di Palermo che, da diversi anni, è impegnata nel progetto educativo antimafia con le scuole medie superiori italiane.
Aidone alunni Cordova Finestre alla legalità1
L’autore usa il linguaggio teatrale per diffondere la cultura critica antimafiosa ed accrescere la curiosità delle nuove generazioni. Al pubblico è stato presentato il fenomeno mafioso nelle diverse sfaccetature e con le diverse vittime: magistrati, politici, imprenditori, gente comune, collaboratori di giustizia e testimomi di giustizia. L’azione ha luogo, in Sicilia, nel 1982, il primo tempo e, nel 1994, il secondo tempo. La rappresentazione ha visto impegnati 26 alunni abilmente diretti dall’esperto esterno regista Mario Mangione e dai due docenti Riccardo Di Maria e Giulia Mendola. La vicaria Marinella Lo Grande si è complimentata con alunni, docenti ed esperto per la competenza e la professionalità dimostrata nella performance teatrale. Presente all’esibizione anche l’assessore alle Politiche sociali Simone Caristia in rappresentanza dell’amministrazione comunale, che, nello spirito di collaborazione, ha concesso i locali.
Aidone alunni Cordova Finestre alla legalità
Le stesse classi hanno seguito un percorso didattico che ha avuto come oggetto la legalità e hanno partecipato al concorso letterario organizzato dall’Associazione nazionale dei Carabinieri di Enna, che ha premiato quattro studentesse del Cordova. Due sono di Aidone: Sefora Alessandro (1° premio per la sezione Narrativa e 1° premio per la poesia) e Maria Pia Cantale (3° premio per la sezione poesia) della classe 3 B diretta dai docenti Riccardo Di Maria e Giulia Mendola: mentre due menzioni sono andate a due alunne della sede di Piazza Armerina: Erica Blanco (menzione speciale per la poesia) della classe 3^ A e Jennifer Perla (menzione per la narrativa) della 1^ A, classi dirette dalle docenti Ilenia Perspicace e Maria Concetta Rausa. Alla premiazione, svoltasi ad Enna, presso il Comando Provinciale Carabinieri di Enna, nel corso della celebrazione del 202°centenario della Fondazione dell’Arma, era presente fra gli altri la preside Messina.
Angela Rita Palermo