sabato , Aprile 17 2021

Enna. Distribuito ai soci dell’Academia Pergusea la rivista PERGUSA+

pergusapiù Lombardo Gagliano PatrinicolaNel giorno del solstizio d’estate, il 21 giugno scorso, è stato presentato e distribuito ai soci dell’Accademia Pergusea l’ultimo numero del periodico PERGUSA+, in occasione del tradizionale incontro accademico di mezza estate, tenutosi nel salone dell’Hotel Riviera. Nel 5° numero della rivista (semestre gennaio – giugno 2016), “è stato dato grande spazio – ha detto il presidente Nino Gagliano, nel discorso introduttivo – all’università di Enna Kore, oggetto nei mesi scorsi di attacchi mediatici. In poco più di 10 anni la ‘Kore’ è cresciuta, diventando un’eccellenza e una splendida realtà culturale, con ricadute economiche in tutto il territorio. La nostra iniziativa – ha concluso – è stata subito recepita dalle associazioni e dai club service cittadini, con capofila il Comitato Pro Enna”. L’edizione è stata presentata in anteprima l’8 giugno scorso nell’aula magna del Rettorato dell’Ateneo, alla presenza del magnifico Rettore, Giovanni Puglisi, e del presidente della “Kore”, Cataldo Salerno, oltre ad una nutrita rappresentanza di associazioni e club service. In quella occasione, a commentare gli articoli, è stato lo stesso direttore responsabile del periodico, Pino Grimaldi. Durante l’incontro al Riviera, ad illustrare ai presenti la rivista, è stato chiamato Rocco Lombardo, socio onorario della ‘Pergusea’, appassionato cultore di storia patria e animatore di tante iniziative. Pagina dopo pagina ha rivisitato i vari argomenti trattati, soffermandosi su quelli più significativi e in particolare sugli articoli del docente della Kore, Vincenzo Fasone, (L’Università, la ‘terza missione’ e il modello ‘quadruple helix?’), di Fabio Montesano (L’Università Kore, attore strategico per lo sviluppo economico, culturale e sociale del territorio), e di Salvatore Requirez (L’Università Kore). L’articolo d’apertura della Rivista, dal titolo “…Cerere, salvaci!”, scritto da Nino Gagliano, spazia tra storia e attualità nella martoriata Enna scippata a partire dal saccheggio di Caio Verre del 71 a.C. fino ad arrivare ai giorni nostri, con il maldestro tentativo di distruggere l’Università Kore. Lo stesso Gagliano scrive altri due articoli su temi attuali, uno “Pergusa è degli ennesi”, l’altro “Uniti per il Castello di Lombardia”. Dedicate al mitico lago e alla sua conca, due pagine in cui l’accademico Rocco Lombardo fa un excursus sull’origine del nome di ‘Pergusa’. Un altro interessante articolo, a firma di Federico Emma, riguarda i decreti di Entella, una storia di solidarietà, accoglienza e fraternità fra i popoli dal titolo “Historia Magistra Vitae”. Le pagine storiche della rivista sono chiuse da un articolo di Enzo Cammarata nella rubrica “Henna nell’antichità”. Ha trovato ampio spazio il progetto sul nuovo parco per Enna per “Ri-disegnare l’identità urbana”. Trattasi di un contributo progettuale che l’Università vuole offrire alla città per incrementare e riqualificare il verde pubblico. Ad illustrarlo, in due pagine della rivista, corredato da foto dello stato attuale e progettuale, l’architetto Maurizio Oddo, professore della facoltà di Architettura in composizione architettonica e urbana. Un ampio resoconto, a firma di Salvatore Presti, riguarda la consegna del “Premio Euno 2016”, conferito dal Kiwanis Club all’accademico perguseo Rocco Lombardo, presidente del comitato ennese ‘Dante Alighieri’ e cittadino onorario di Enna. Giulia Buono, dalle pagine della rivista, lancia l’appello “Enna è anche tua, adotta un’aiola”, idea già recentemente realizzata dall’Avis di Enna in una delle aiuole di Piazza Mazzini. Infine “Frumento duro, una filiera tutta siciliana” e “Ro.Ga Centro ortopedico, un’eccellenza a Pergusa”, a firma di Roberto Angileri e Maurizio Colaleo, chiudono la rivista, dove non mancano le tradizionali rubriche: dell’umorismo, delle ricette, delle recensioni. Rocco Lombardo ha concluso il commento alla rivista, soffermandosi sugli slogan creati da club e associazioni ‘pro Kore’, tra cui quello della “Dante” che sostituisce il motto della settecentesca accademia con “Dat Kore flammam”. La copertina della rivista riporta, con il logo della Libera Università Kore di Enna, le parole dell’orazione di Marco Tullio Cicerone contro Verre riguardanti il mito del ratto di Proserpina, poste all’ingresso della Biblioteca d’Ateneo. Nel corso della serata è stato presentato il libricino “Nato a Enna” dell’accademica Anna Maria De Francisco Aveni, definito “un messaggio di dolcezza e poesia”. Si tratta di 68 endecasillabi rimati, che descrivono aspetti di vita, paesaggio, tradizioni che contraddistinguono la vita degli ennesi fin dalla nascita. L’Accademia pergusea donerà il libricino ad ogni neonato, consegnandolo ai genitori, a testimonianza dell’appartenenza a questa città. Ha preso in consegna 300 copie del volumetto l’assessore comunale all’anagrafe Giampiero Cortese, il quale ha ringraziato, anche a nome del Sindaco, l’Accademia per l’iniziativa. Un video, realizzato dal socio Federico Emma, è stato proiettato sul grande schermo sull’incontro all’Università dell’8 giugno scorso. Sono stati ammessi i nuovi soci: Rino Bruno neurologo, Angelo Di Maria commercialista, Giovanna Di Natale psicologa, Pietro Greco Lucchina cardiologo, Mimmo Moscato farmacista, Roberto Pregadio consulente finanziario e delegato provinciale Coni, Michele Sabatino docente alla Kore, Geppina Savoca psichiatra, Mimmo Segreto avvocato, Toti Tudisco già dirigente medico Usl ed esperto in gastronomia. Attestati di benemerenza sono stati consegnati ai soci Gino Bellomo, Salvatore D’Angelo, Anna Maria De Francisco, Salvatore Presti. Il giovane pianista Francesco Di Stefano, ha intrattenuto gli astanti con musiche d’ascolto. Ha scandito i tempi della serata il socio cerimoniere Enrico Patrinicola.

Salvatore Presti


(nella foto: da sinistra, Lombardo, Gagliano, Patrinicola)

Salvatore Presti Enna