martedì , Luglio 27 2021

Raccolta della spazzatura a singhiozzo ad Aidone

saidone pazzatura (1)Aidone. Oggi sì domani no. La raccolta dei rifiuti nella cittadina sembra non trovare una soluzione definitiva e soprattutto utile. In questi giorni sia l’umido sia l’indifferenziata vengono prelevati a singhiozzo e le lamentele, naturalmente, aumentano ogni giorno che passa perché regna l’incertezza più assoluta se la spazzatura verrà o meno prelevata l’indomani. A causare la nuova ennesima intermittenza della raccolta, il guasto dell’autocompattatore, in riparazione da una settimana a Catania e solo jeri (giovedì) riconsegnato. Spazzatura che naturalmente ed inevitabilmente si è accumulata in tutti questi giorni e non c’è angolo della cittadina, dove non ci sia spazzatura, più o meno disseminata alla mercè di cani e gatti. Non è bastato neanche l’autocompattatore a vasca fornito dall’Ato, nel trascorso fine settimana al servizio di Aidone, per limitare i disagi perché non ha potuto andare a scaricare a Motta per il divieto di circolazione dei mezzi pesanti in autostrada. La raccolta ritornerà a regime non prima della prossima settimana, intanto si prospetta un altro weekend di disagi con la gente esasperata perché peraltro non ci sono cassonetti dove poter scaricare i rifiuti cosicchè in molti vanno a deporli al Canalotto. Un appello ai cittadini arriva dal responsabile del Servizio di Aidone Filippo Ristagno affinchè collaborino in questo momento particolare nel servizio di raccolta evitando di portare la spazzatura al Canalotto, specialmente di riporla fuori dai cassonetti in quanto ogni giorno gli operatori (in questo momento quattro a fronte di un organico di otto operatori e inoltre due da alcuni mesi in pensione e non sostituiti), perdono tantissimo tempo nel ripulire la zona. Operatori che, nonostante le difficoltà di una sede non adeguata (senza servizi e all’aperto), con mezzi sempre più obsoleti ed inadeguati, con la retribuzione da tempo non in regola (si va avanti a via di acconti) continuano, con responsabilità, a fare il proprio dovere naturalmente presi di mira dai cittadini, che da un lato hanno ragione ma dall’altro mettono in atto atteggiamenti ritenuti non consoni alla situazione del momento, come quella di lasciare abbandonati i sacchetti oppure depositandoli all’ingresso della sede degli operatori. L’amministrazione da tempo ha annunciato l’attivazione della raccolta differenziata ma quando inizierà, si chiedono i cittadini? Una buona nuova arriva da Ristagno che afferma che è già operativa ed aperta l’ex isola ecologica di Cozzo Mulera per lo smaltimento di vetro, cartone e rifiuti pesanti e che fra non molto verranno distribuiti anche i sacchetti per la differenziata.

Angela Rita Palermo