domenica , Gennaio 24 2021

Fratellanza tra Lanuvio e Centuripe lunga 2.200 anni

Un rapporto di fratellanza lungo 2200 anni per Lanuvio e Centuripe dopo il ritrovamento di una lastra di calcare, nel 1963, che evidenziava un esistente vincolo fra le due comunità in nome della fratellanza. Nel resoconto di quell’epoca la visita di un’ambasceria centuripina, a Lanuvio per rinnovare questi vincoli. il ritrovamento di questa lastra ha dato vita nel 1974 a Centuripe e il successivo anno a Lanuvio, del rinnovo della fratellanza con la pubblicazione di saggi, rassegne fotografiche e rispettive visite di delegazioni.
centuripe-delegazione-lanuvio
Ieri, il benvenuto nel palazzo di città alla delegazione Lanuvina con in testa il primo cittadino Luigi Galieti, il vicesindaco Maurizio Santoro e un consigliere comunale, da parte di Galvagno, della propria giunta, del presidente del consiglio e dai capigruppo consiliari. “Sarà presente anche il nostro parroco Damiano Scardilli-ha detto Galvagno- e l’occasione servirà a rinsaldare il nostro legame, puntando soprattutto sulla riscoperta delle profonde affinita’ culturali e storiche che uniscono i due Comuni, considerato che il gemellaggio risale all’epoca della Roma repubblicana, ed è da ritenersi il più antico nel panorama moderno. Programmate una serie di iniziative in questa direzione, che riescano ad andare oltre l’aspetto burocratico e formale che solitamente caratterizza questo genere di occasioni. L’obiettivo -riafferma Galvagno- è quello di trasferire ai nostri giovani le ragioni più autentiche del gemellaggio, trovando ulteriori punti di reciproco interesse per tramandare negli anni a venire la fratellanza e la solidarietà tra i nostri comuni”. Nei due giorni di permanenza a Centuripe la delegazione lanuvina perteciperà ufficialmente alle celebrazioni in onore di Santa Rosalia e San Prospero e domani si unirà al corteo che alle ore 10, con partenza dal Municipio, raggiungerà la Chiesa Madre per partecipare alla Messa solenne in onore dei Santi Patroni.

Carmelo Di Marco