mercoledì , Gennaio 27 2021

Presentato il calendario 2017 del Circolo di cultura di Pietraperzia


Pietraperzia. È stato presentato il calendario 2017 del Circolo di Cultura di Pietraperzia, presidente Giovanni Falzone. Realizzato con i fondi del sodalizio, verrà donato gratuitamente ai soci e venduto a quanti ne faranno richiesta. Il ricavato andrà in opere di beneficenza e in attività filantropiche. La kermesse si è tenuta nella sala conferenze della società operaia Regina Margherita di piazza Vittorio Emanuele, presidente Fabio Calì, affollata all’inverosimile.

Alessandra Alessi
Tra i presenti il sindaco Antonio Calogero Bevilacqua, l’assessore Michele Laplaca, il presidente del consiglio comunale Rocco Miccichè, il capogruppo dei consiglieri comunali di maggioranza Patrizia Friscira e numerose altre autorità. In sala c’erano pure lo storico pietrino Giovanni Culmone e il medico piazzese Sebastiano Arena, padre di Alessandro Willy Arena, autore degli scatti del calendario. Al tavolo della presidenza c’erano i presidenti della Società Operaia Regina Margherita Fabio Calì e del Circolo di Cultura di Pietraperzia Giovanni Falzone. Allo stesso tavolo sedevano l’informatore scientifico piazzese Alessandro Willy Arena – autore degli scatti del calendario – e l’ornitologo pietrino Franco Lalomia. Ad allietare la serata sono state la cantante Alessandra Alessi (informatore Scientifico di San Cataldo con la passione per il canto), la violinista musico-terapeuta Miriam Salamone di Riesi e i ragazzi del complesso musicale “Ottoni Sound”. I nomi dei componenti il complesso: Kevin Vincenzo Amico, Salvatore D’Anca, Calogero Di Forti, Santino Privitera e Angelo Stella. Tecnici del suono, Pino Posata e Rocco Fiorino. Il calendario 2017 affronta il tema ornitologico. Questi i volatili, con i nomi in latino, in italiano e in dialetto pirzisi riprodotti nei dodici scatti di Alessandro Willy Arena: Gennaio: Pettirosso (pittirussu), Febbraio: Cinciallegra (Zizipè), Marzo: Germano Reale (Cudduvirdi), Aprile: Cardellino (Cardiddu), Maggio: Colombaccio (Tuduni), Giugno: Gruccione Comune (Pizz’ferru), Luglio: Gheppio (Cristaru), Agosto: Allodola (Cucciufa), Settembre: Tortora (Turtura), Ottobre: Civetta (Cucca), Novembre; Ghiandaia (Carranciana), Dicembre: Cicogna (Cicogna). Ha introdotto i lavori Fabio Calì. Lui ha ricordato due pietrini che hanno dato lustro a Pietraperzia: Alessia Maccarrone e Giuseppe Chiolo.
Miriam Salamone
La prima è stata insignita, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dell’onorificenza “Alfieri del Lavorio 2016” quale studentessa modello italiana. Giuseppe Chiolo quale vincitore dello Zecchino D’Oro 2016, categoria Web. Giovanni Falzone ha detto: “I Calendari del Circolo di Cultura di Pietraperzia affrontano, ogni anno, temi diversi. Quest’anno abbiamo deciso di affrontare il tema ornitologico”. Il sindaco di Pietraperzia Antonio Calogero Bevilacqua: “Ogni anno ci ritroviamo perché, di volta in volta, viene realizzato qualcosa di tangibile”. “È un ritrovarsi piacevole – ha continuato il sindaco Bevilacqua – ed è altrettanto piacevole scoprire aspetti che ci circondano e che rischiano di passare inosservati. Questi sono momenti che ci danno gioia, conoscenza e spensieratezza”. Alessandro Willy Arena, da parte sua, ha detto: “Sono estasiato per il fatto che il Circolo di Cultura di Pietraperzia ha pubblicato 12 mie fotografie che rappresentano la summa di tante mie passioni e del mio lavoro”. “Non sono un fotografo – ha concluso Alessandro Willy Arena – ma un amatore che va in giro per la natura per rilassarsi ed estraniarsi dalla realtà”.

I 12 scatti sono stati illustrati, in maniera magistrale, da Franco Lalomia. L’ornitologo pietrino, per ogni volatile rappresentato, ha descritto caratteristiche ed abitudini della specie. A conclusione, mazzi di fiori dal Circolo di Cultura a Miriam Salamone e ad Alessandra Alessi. Targhe sono andate a loro due e anche ad Alessandro Willy Arena e ai ragazzi del complesso musicale “Ottoni Sound”. La prima copia del calendario è stata consegnata, dal presidente del sodalizio Giovanni Falzone, al sindaco di Pietraperzia Antonio Calogero Bevilacqua.

Gaetano Milino