martedì , Gennaio 19 2021

Pietraperzia: per Pasqua arazzi in velluto rosso nei balconi del paese

PIETRAPERZIA. Lo hanno concordato il parroco di Santa Maria di Gesù don Giovanni Bongiovanni, la confraternita Preziosissimo Sangue di Cristo (Governatore Filippo Rizzo) e 76 famiglie della parrocchia. Gli arazzi, del costo di 65 euro ognuno, riproducono il Cristo Risorto o la Madonna di L’ancuntru della mattina di Pasqua. Gli arazzi sono stati consegnati alle rispettive famiglie nei giorni passati. Questa, per il paese è una novità. Tra le famiglie che hanno aderito all’iniziativa anche quallea della dottoressa Giovanna Di Gregorio, comandante di Polizia Municipale di Pietraperzia. intanto oggi inizia il triduo Pasquale ricco di tradizioni, espressioni di una fede intrisa di riti religiosi ricchi di significati e processioni esterne manifestazione di una cultura religiosa popolare . nello specifico la confraternita del Preziosissimo Sangue di Cristo presente nella parrocchia di Santa Maria di Gesù in Pietraperzia vive assieme la parrocchia il triduo Pasquale partecipando alla messa in caena domini con la lavanda dei piedi e la tradizionale visita comunitaria agli altari della reposizione per sostare in adorazione davanti l’Eucaristia. Il venerdì il triduo assume un aspetto marcatamente doloroso con la commemorazione della passione e morte di Gesù facendone memoria liturgica con l’adorazione della croce all 16:30 e alle 20:30 partecipando alla processione del nostro “signuri di li fasci” si entra cosi in un clima di silenzio e di riflessione che si interrompe il sabato notte con la veglia Pasquale. Da Quest’anno la Confraternita del Preziosissimo Sangue di Cristo il sabato dà vita ad un altro momento molto intenso. Si muoverà alle ore 19 dalla chiesa di Santa Maria di Gesù di Piazza Vittorio Emanuela per accompagnare in chiesa Madre la Madonna dell’Incontro ancora vestita a lutto per la morte del figlio. Questo momento sarà vissuto nel silenzio assoluto interrotto solamente da dei momenti di preghiera che ci aiuteranno a comprendere il dolore di Maria. La chiesa chiama questo giorno il, giorno del silenzio di Dio, in questo giorno si sperimenta la tristezza, la paura, l’angoscia perché abbiamo perso il Cristo, il Salvatore del mondo. La domenica tutto assume un aspetto completamente diverso. Tutto si trasforma, il dolore diventa gioia assoluta. Anche la piazza si riveste da innumerevoli stendardi di colore rosso con le stampe del Cristo Risorto e della Madonna, per accogliere con gioia il Cristo Risorto. La morte è stata definitivamente sconfitta.

La giornata a Pietraperzia è molto ricca e vede la confraternita “Preziosissimo Sangue di Cristo” impegnata nelle varie manifestazioni esterne. Si inizia con la celebrazione eucaristica alle ore 11:30 nella chiesa di Santa Maria di Gesù. A conclusione la confraternita va in processione per prelevare la Madonna in chiesa madre per dare avvio al tradizionale incontro tra la Madonna detta “di l’Ancuntru” e il Cristo risorto. Giunti in piazza, la Madonna, scorgendo il figlio, butta velocemente il manto nero per cominciare una corsa verso il figlio. Solo che, incredula, fa avanti e indietro simbolicamente per tre volte quasi a voler richiamare il tre che insistentemente ci ricorda il terzo giorno quindi la risurrezione. Dissipata ogni incredulità, si inchina riconoscendo cosi la divinità del Figlio e con un segno di croce benedice la folla presente per assistere all’incontro. La sera, alle ore 20, si avvia la processione dalla chiesa madre per le tradizionali vie del paese facendo una sosta in piazza Santa Croce per assistere ai giochi pirotecnici. A conclusione, davanti alla chiesa di Santa Maria di Gesù di piazza Vittorio Emanuele, quest’anno ci sarà, alle 22:30 circa, uno spettacolo video mapping 3D con gioco di luci e fuoco proiettato nella facciata della chiesa. Il video ripercorrerà in 15 minuti circa tutta la storia della morte passione e resurrezione del Cristo con la nascita della chiesa che ancora oggi vive nella gioia della resurrezione.

Gaetano Milino

FOTO N° 1 = Consegna arazzi. Da SxGiovanna Di Gregorio e Mimmo Nocilla.
FOTO N° 2 = I confrati Preziosissimo Sangue di Cristo con don Giovanni Bongiovanni davanti agli arazzi poco prima della consegna.