venerdì , Giugno 18 2021

Aidone: poliambulatorio svuotato di servizi e i cittadini protestano


Aidone. Poliambulatorio svuotato di servizi e i cittadini protestano. Venuto meno il servizio di diabetologia e lo specialista portato a Piazza Armerina. “Un paradosso – affermano diversi cittadini- perché non si capisce la logica della presenza di ben cinque diabetologi, di cui tre al poliambulatorio piazzese e due all’ospedale su una popolazione di circa 22 mila abitanti mentre neanche uno ad Aidone. A tutt’oggi, anche un altro servizio, quello di cardiologia, dopo il pensionamento del dr. Crispino, non è stato ancora ripristinato. Eppure, il poliambulatorio di Aidone, che è di proprietà dell’Asl, ha locali attrezzati per l’espletamento dei servizi. Le attese per una visita cardiologica, a Piazza Armerina, superano i tre mesi tant’è che l’agenda delle prenotazioni sarebbe stata momentaneamente chiusa, con tanti aidonesi costretti a mettere la mano al portafoglio ricorrendo ai specialisti privati. Anche il servizio prelievi e l’ufficio legale svolgono attività ridotta: il primo: due giorni dei tre fissati e il secondo con poche ore. Per non parlare del servizio di ginecologia che di fatto non funziona. Anche questo, con locali perfettamente attrezzati. Gli aidonesi sono stanchi di essere considerati cittadini di serie B e c’è chi intende costituirsi in comitato per difendere il diritto alla salute minacciando anche un esposto/denuncia. L’ultima esasperazione, giovedì scorso.

Nuccio Lo Monaco
Racconta Nuccio Lo Monaco:”Recandomi nei locali del poliambulatorio di Aidone per prenotare un esame mi si presenta sotto gli occhi l’ennesimo episodio di malcontento da parte di molti utenti aidonesi per le inefficienze che da parecchio tempo si riscontrano. I presenti lamentavano il fatto che il poliambulatorio di Aidone, ormai da qualche anno, è sguarnito di specialistica quale, ad esempio, il servizio di cardiologia, di diabetologia, ecc… servizi necessari in una popolazione che sempre più invecchia. Assieme ad altri cittadini presenti abbiamo pensato di informare l’amministrazione comunale nella persona di Serena Schillirò la quale si è subito recata sul posto ed ha constatato subito un malfunzionamento del poliambulatorio di Aidone. In assenza del personale amministrativo che si trovava in ferie, i pazienti lamentavano la mancanza di un riferimento che potesse accogliere e fornire indicazioni e servizi ai concittadini. Per questo, il coinvolgimento dell’Assessore Serena Schillirò, che ha prontamente contattato il direttore del Distretto, dott. Nocilla, che si è immediatamente recato sul luogo per placare lo stato di disagio e dare un segnale di attenzione alla comunità aidonese”. Durante l’incontro l’assessore Schillirò, insieme ad alcuni concittadini, ha sollecitato la necessità di accelerare le procedure di ripristino del servizio di diabetologia, e l’introduzione del nuovo servizio di cardiologia, già oggetto di interlocuzioni con il direttore sanitario provinciale, dott. Cassarà, Entrambi i responsabili hanno dato rassicurazioni alla comunità che è stanca di aspettare.

Angela Rita Palermo