mercoledì , Gennaio 27 2021

Pietraperzia: alla Regione progetto per costruzione di un centro comunale di raccolta dei rifiuti

Pietraperzia. Depositato alla Regione progetto per la costruzione di un centro comunale di raccolta dei rifiuti, volgarmente chiamato “Isola Ecologica”. Ieri il sindaco Bevilacqua si è personalmente recato a Palermo, presso il Dipartimento Acqua e Rifiuti, per protocollare il progetto e la richiesta di finanziamento. Infatti, scadeva proprio lo stesso giorno il bando indetto dalla Regione per accedere a finanziamenti per la realizzazione di CCR (Centro Comunale di Raccolta) ed il Comune di Pietraperzia non si è lasciato sfuggire l’occasione. “Il CCR è il vero cuore pulsante per qualsiasi sistema di raccolta differenziata che voglia essere efficiente – dichiara il sindaco Antonio Bevilacqua – e questa importanza è riconosciuta da tutti gli esperti de settore. Purtroppo troppo spesso ho sentito parlare miei predecessori e colleghi di raccolta differenziata, ma nessuno finora si è preoccupato di realizzare un CCR, nonostante la legge che li disciplina è del 2008, quasi dieci anni fa”.
Per capire l’importanza dei CCR basti pensare che il questi luoghi, appositamente realizzati con pavimentazione impermeabile e dotati di casse scarrabili, i rifiuti differenziabili secchi possono essere stoccati fino a tre mesi e la frazione umida fino a 48 ore; al contrario, in loro mancanza i rifiuti devono essere portati ogni giorno presso le piattaforme di recupero quotidianamente, con notevole aggravio di costi di trasporto. “Voglio sottolineare – continua Bevilacqua – che si tratta del primo progetto interamente realizzato dall’ufficio tecnico comunale nella persona del capo settore ing. Enzo Tumminelli, e che in questo modo abbiamo risparmiato almeno 50.000 euro di parcelle. Voglio anche sottolineare l’enorme mole di lavoro che ha assorbito questo progetto, che ha tenuti impegnati i tecnici per mesi e si è tradotto in un faldone di migliaia di pagine”.
Per il CCR il comune ha chiesto un finanziamento di 580.000 euro e la realizzazione è prevista nell’attuale spazio di ricovero dei mezzi di raccolta, adiacente alla delegazione comunale.
Giuseppe Carà