giovedì , Gennaio 28 2021

Calascibetta: Sala Paruta, cavalcata dal fantino Alex Gallo, da spettacolo al Palio dei Berberi

Calascibetta. Gli amici sostengono che il fantino Alex Gallo è il degno sostituto del papà Nuccio, da sempre appassionato di cavalli, scomparso prematuramente. Lo dimostrano i quattro successi ottenuti in questi ultimi anni, l’ultimo in ordine di tempo è arrivato l’altro ieri, quando “Sala Paruta”, cavalcata a pelo dal giovane Alex, si è aggiudicata l’edizione 2017 del Palio dei Berberi, secolare corsa dei cavalli che si disputa in onore di Maria Santissima di Buonriposo.

Nella finale a quattro, presenti lungo il percorso oltre millecinquecento persone, la cavalla vincitrice si è lasciata alle spalle “Revine” del fantino Carmelo Izzia. Al terzo posto “Milenkovic” (data favorita) cavalcata da Bastiano Sini. E’ rimasta invece ferma sulla linea di partenza “Super Sacha” di Simone D’Agristina. Un Palio, con tredici cavalle iscritte, la cui finalissima è stata contrassegnata (cavalle nervose) da tre false partenze, durante una delle quali il fantino Cristian Fois, poi sostituito da Bastiano Sini, si è leggermente infortunato. Solo al quarto tentativo si è potuto disputare l’ultimo atto del Palio 2017, vinto da “Sala Paruta”.

Gaetano Crucillà
Un successo, che il fantino Alex Gallo, ha dedicato al papà Nuccio, che proprio domenica scorsa, giornata del Palio, avrebbe compiuto 47 anni. Una finale preceduta dalla sfilata dei pony, momento goliardico per i bambini in groppa ai piccoli cavalli e per i loro genitori. Da subito si era capito che a contendersi il Palio sarebbero stati “Sala Paruta” e “Milenkovic”. In molti davano favorita quest’ultima cavalla, ma a ribaltare i pronostici sono stati da un lato l’infortunio corso al fantino, Cristian Fois, dall’altro la determinazione dell’avversario, ovvero del giovane Alex, che ha portato al successo “Sala Paruta”. Incontenibile al termine della corsa, lunga circa 250 metri, la gioia del fantino Alex Gallo, festeggiato dagli amici, applaudito dal numeroso pubblico, ma soprattutto stretto dall’abbraccio della mamma, Giovanna La Ferrara, che non ha saputo trattenere l’emozione. Una manifestazione equina ben riuscita: grande lavoro degli organizzatori, dell’amministrazione comunale e dell’assessore Maria Rita Speciale, nuovo a questo tipo di eventi. Severe le misure di sicurezza, dal lavoro delle forze dell’ordine, ai controlli dell’Aps, il tutto a garanzia sia dell’incolumità dei cavalli che dei numerosi spettatori.

Francesco Librizzi