martedì , Gennaio 26 2021

Da Buenos Aires a Catenanuova per conoscere le proprie radici

Di chiare origini siciliane, Laura Di Marco e Rolando Mazzaglia, hanno voluto ripercorrere le proprie origini catenanuovesi, qualche giorno fa, per ritrovare la casa dove il nonno, Antonio Di Marco abitava prima di emigrare in Argentina, precisamente in via Messina, lungo la strada provinciale che porta a Regalbuto. Anche per lui, importante ritrovare i parenti Mazzaglia, che hanno subito abbracciato il cugino arrivato da Buenos Aires. I due catenanuovesi, non erano mai venuti in Sicilia, lei è stata sempre impegnata in un lavoro gratificante, quello di giornalista-scrittrice e sociologa. Negli anni ’90, lei inizia a scrivere per il “Clarin” ed oggi è una risorsa importante anche per “La Nacion”, “Noticias Urbanas”, La Prensa, Noticias, Debate, Poder. Nel 2012 pubblica “La Càmpora” sul presidente argentino Nestor e Cristina Kirchner. In atto è opinionista in televisione e radio nazionale ed è membro del Foro del Giornalismo Argentino (Fopea), per la promozione dell’etica e della qualità dell’informazione giornalistica. Ultimo libro, questo mese di maggio, sul presidente argentino Mauricio Macri, “La storia intima e segreta della elite che arrivò al potere”, un best seller. Una toccata e fuga, per Laura e Rolando, che hanno legato subito con parenti e amici, con il parroco Natalino Bellone, con Angela e Franco Mazzaglia e poi, tante foto assieme e l’impegno di ritornare presto a Catenanuova, che oggi grazie al web è sempre più vicina ai nostri connazionali all’estero.

Carmelo Di Marco