giovedì , Gennaio 21 2021

Calascibetta: Nasce “Pandora”, scopo rilancio culturale del paese xibetano

Calascibetta. “Crediamo fermamente in un rilancio culturale del territorio. Fare cultura significa anche e soprattutto coinvolgere la popolazione in attività che diano il giusto risalto alle nostre risorse monumentali, storiche e paesaggistiche”. Con questo obiettivo, sabato scorso, è stata inaugurata l’associazione “Pandora”.

Presente anche l’assessore alla Cultura, Maria Rita Speciale: “Le porte del Comune sono aperte- ha detto l’assessore- Il confronto e la collaborazione sono un’arma vincente per la crescita”. Un’associazione apartitica e apolitica, come ha detto il presidente Filippo Mantegna, di cui fanno parte 15 zelanti giovani del luogo che credono nelle potenzialità storiche di Calascibetta, un paese che conta due importanti aree archeologiche, come il Villaggio Bizantino e la necropoli di Realmese (quest’ultima merita miglior sorte), la Regia Cappella Palatina, la seconda dopo quella di Palermo, e l’antico Convento dei Cappuccini che conserva la biblioteca contenenti libri del ‘500 e il magnifico dipinto raffigurante l’Adorazione dei Magi (1610) dell’artista Filippo Paladino. “Ci siamo battuti- ha sottolineato il presidente Filippo Mantegna- affinché la nostra sede fosse il sodalizio dei Combattenti e Reduci perché intendiamo dare nuova vita anche ai luoghi che hanno segnato il cammino degli uomini xibetani”. E se in qualche modo le associazioni istruttive rappresentano il volano per cercare di far “volare” più in alto un paese, ecco i nomi di chi crede in questo nuovo progetto xibetano di risveglio culturale: Ilaria Maimonte, Mariano Puglisi, Laura Milano, Filippo Mantegna, Marianna Mantegna, Matteo Coppola, Giuseppe Tulipano, Rossella Spitale, Roberta Bruno, Pier Paolo Lombardo, Sara Savarino, Massimiliano Germano, Antonio Arangio, Domenico Augello e Carmelo Di Franco.
Francesco Librizzi