lunedì , Settembre 27 2021

Siglato a Leonforte il protocollo d’intesa tra Assessorato regionale agli Enti Locali e associazioni di categoria della Polizia Municipale, OPL e IPS

Leonforte. Lunedì mattina, nell’aula consiliare “Placido Rizzotto”, sono stati siglati due protocolli d’intesa, il primo tra le associazioni di categoria regionali della Polizia Municipale OPL (Osservatorio per la Polizia locale) e IPS (I Professionisti della Sicurezza) e l’assessorato regionale agli Enti Locali rappresentato dall’On. Luisa Lantieri; il secondo, tra l’amministrazione comunale di Leonforte e le stesse associazioni. Erano presenti gli ex comandanti di Polizia Municipale rispettivamente di: Gravina di Catania, Franco Notarrigo; Giuseppe Piccione, di Vittoria; i comandanti PM di Nicosia, Maria Grazia Leanza, e di Catenanuova, Gaetano Indelicato (segretario regionale dell’Osservatorio); il comandante PM di Leonforte Antonina Licciardo, il Sindaco Sinatra e gli assessori Maria e Leonforte.
Il primo cittadino ha motivato così la scelta della città per la firma del protocollo “Da quasi due anni c’è stato il mio impegno per far dialogare ed avviare il percorso formativo della PM siciliana attraverso la revisione della legge regionale attuale, con un disegno di legge già presentato all’ARS, sia pur ancora al vaglio della stessa, e creando nel frattempo una collaborazione tra Regione e categoria attraverso il protocollo per la formazione”.
Notarrigo, Presidente IPS, e Piccione, Presidente OP, hanno rimarcato il ruolo delle rispettive associazioni nel compito di dover trasmettere esperienza e conoscenze ai colleghi.  E sull’importanza della formazione professionale Sinatra non ha dubbi sia per quanto riguarda la gestione stradale ed urbana del territorio; a Leonforte ad esempio, negli ultimi anni sono state messe in atto delle iniziative che hanno rivoluzionato il modo di regolamentare il traffico viario, come la digitalizzazione della ZTL e il recente avvio del controllo semaforico; sia per il decreto sulla sicurezza che, investendo oramai i sindaci di tutta una serie di oneri e responsabilità nei confronti dei cittadini, implica un costante aggiornamento e adeguamento in materia.
Un’opportunità di dialogo e di scambio di competenze quella di ieri, che se diffusa, potrà permettere alle amministrazioni locali di cominciare ad avere dei riferimenti su innovazioni e normative nel campo della sicurezza, grazie ad una più qualificata formazione del personale accompagnata anche dalle nuove tecnologie. Si punta quindi ad una omogeneità del modus operandi delle Polizie Locali attraverso un dialogo tra associazioni di categoria, assessorato regionale ed amministrazioni locali.

Livia D’Alotto