martedì , Maggio 11 2021

Aidone: allarmismo tariffa rifiuti 2017

Aidone. In questi giorni sono arrivate le bollette di pagamento della tassa rifiuti 2017 sugli immobili abitativi e non.
Stante il chiacchiericcio e l’allarmismo della popolazione, il Comitato cittadino (Associazione di volontariato no profit), con attinenza “alla emissione delle bollette in corso relative alla tariffa tari riguardante la raccolta dei rifiuti solidi urbani per l’anno 2017, al significativo aumento degli importi delle bollette anno 2017 in riferimento alla tariffa relativa all’anno 2016, al disagio ed alle proteste in seno alla cittadinanza che tali aumenti stanno causando”, ha dichiarato “il proprio disappunto su questo ingiustificato e non dovuto aumento”. Ed ha richiesto “la convocazione di un Consiglio comunale urgente in seduta aperta con diritto di intervento, al fine di fare chiarezza su questo incomprensibile ed ennesimo aumento non più sostenibile dai cittadini”.
Il sindaco ha convocato la cittadinanza per fornire chiarimenti sul servizio dei rifiuti. Nell’ introdurre l’argomento, il sindaco Lacchiana ha cercato di tacitare gli animi non riuscendovi; interrotto ripetutamente, ha poi condiviso le motivazioni e la esasperazione degli utenti assecondandone le lamentele.
D’altra parte la gestione amministrativa, finanziaria e tecnica dei comuni spetta ai dirigenti dei singoli servizi e non al sindaco, al quale spettano soltanto poteri di indirizzo e controllo.
In base a questo principio i tecnici (Alesci e Minacapilli) e la segretaria ( La Morella) intervenuti hanno ritenuto legittimo l’esposizione delle cartelle invitando a rispettare le scadenze in sintonia di quanto di già approvato dal Consiglio comunale.
Tra i tanti interventi, un cittadino ha chiesto al sindaco “Un aiuto che eviti l’insorgere di un pericoloso contenzioso tra il Comune e i cittadinii”.
Il sindaco ha dichiarato che il termine indicato in bolletta non deve considerarsi perentorio sino alla rivisitazione delle stesse bollette. Tuttavia, ha invitato i cittadini a pagare la prima bolletta, salvo conguaglio, per non pregiudicare ulteriormente il servizio dei rifiuti.
Nino Costanzo