sabato , Gennaio 23 2021

Regione Sicilia: i 70 deputati eletti all’ARS

Nello Musumeci può contare su 29 deputati della coalizione di centrodestra che ottengono un seggio col sistema proporzionale: 12 di Forza Italia, 5 di Popolari e Autonomisti, 5 dell’Udc, 4 di Diventerà Bellisima e 3 di Fratelli d’Italia-Noi con Salvini. A questi si sommano i sei componenti del listino del presidente e lo stesso Musumeci. Il totale fa 36, esattamente la metà più uno dei 70 deputati di cui sarà formata l’Ars.
L’opposizione ha a disposizione 34 seggi, di cui ben 20 (tra cui quello che spetta al candidato presidente giunto secondo, in questo caso Giancarlo Cancelleri) vanno al Movimento 5 stelle, partito più votato. Secondo gruppo di minoranza più numeroso è il Pd con undici deputati (nel 2012 erano 14), seguono due di Sicilia Futura e uno, Claudio Fava, per Cento passi per la Sicilia.
Forza Italia con 12 seggi conquistati e che saranno occupati da Riccardo Gallo Afflitto (eletto nel collegio di Agrigento), Michele Mancuso (Caltanissetta), Marco Falcone e Alfio Papale (Catania), Luigi Genovese e Tommaso Calderone (Messina), Giuseppe Milazzo, Riccardo Savona e Marianna Caronia (eletta grazie all’ingresso all’Ars di Miccichè attraverso il listino di Musumeci), Orazio Ragusa (Ragusa), Rossana Cannata (Siracusa), Stefano Pellegrino (Trapani).
Tre i seggi conquistati dalla lista che fa capo a Fratelli d’Italia e Noi con Salvini: si tratta di Gaetano Galvagno (Catania), Antonio Catalfamo (Messina) e Tony Rizzotto (Palermo). Il movimento #DiventeràBellissima invece porta all’Ars quattro deputati: Giuseppe Zitelli (incerto, Catania), Giuseppe Galluzzo (Messina), Alessandro Aricò (Palermo), Giorgio Assenza (Ragusa).
Cinque i seggi conquistati dai Popolari e autonomisti-Idea Sicilia: si tratta di Carmelo Pullara (Agrigento), Pippo Compagnone (Catania), Toto Cordaro e Roberto Lagalla eletti a Palermo esattamente con gli stessi voti, infine ecco il ritorno anche di Pippo Gennuso (Siracusa). Cinque anche i deputati eletti nelle fila dell’Udc di Cesa. Si tratta di Margherita La Rocca Ruvolo (Agrigento), Giovanni Bulla (Catania), Cateno De Luca (Messina), Vincenzo Figuccia (Palermo) ed Eleonora Lo Curto. Quest’ultima viene eletta per la contestuale ed automatica elezione di Mimmo Turano, il più votato nel collegio trapanese, attraverso il listino del candidato vincente Musumeci. A proposito di Listino, sono sei, con Turano, i deputati eletti: si tratta di Gianfranco Micciché, Giusy Savarino, Elvira Amata, Bernadette Grasso e Roberto Di Mauro. È lo stesso Musumeci a ricoprire appunto il seggio numero 36: la maggioranza, anche numericamente, c’è.
Gli altri 35 staranno quindi all’opposizione.
Sono 20 i seggi conquistati in particolare dal Movimento cinque stelle. Eletti Matteo Mangiacavallo e Giovanni Di Caro (Agrigento), Nunzio Di Paola (Caltanissetta, eletto perché Cancelleri è direttamente all’Ars in qualità di candidato ‘miglior perdente’), Angela Foti, Gianina Ciancio e Francesco Cappello e Josè Marano (Catania), Elena Pagana (Enna), Valentina Zafarana e Antonino De Luca (Messina), Giampiero Trizzino, Salvatore Siragusa, Luigi Sunseri, Roberta Schillaci (Palermo), Stefania Campo (Ragusa), Stefano Zito e Giorgio Pasqua (Siracusa), Sergio Tancredi e Valentina Palmeri (Trapani). A completare la squadra, proprio Giancarlo Cancelleri, in qualità di “secondo arrivato” nella corsa verso Palazzo d’Orleans.
Il Pd porta all’Ars 11 deputati. Sono Michele Catanzaro (Agrigento), Giuseppe Arancio (Caltanissetta), Luca Sammartino e Anthony Barbagallo (Catania), Luisa Lantieri (Enna), Franco De Domenico (Messina), Giuseppe Lupo e Antonello Cracolici (Palermo), Nello Dipasquale (Ragusa), Giovanni Cafeo (Siracusa), Baldo Gucciardi (Trapani). Due gli eletti con Sicilia Futura, si tratta di Nicola D’Agostino (Catania) ed Edy Tamajo (Palermo). Infine, solo un seggio per la lista di sinistra “I cento passi”: è quello che spetta al candidato governatore Claudio Fava, il più votato della lista nel collegio di Palermo.

Gli eletti
ENNA
Movimento 5 stelle
Elena Pagana (8.110)
Partito democratico
Luisa Lantieri (7.825)

AGRIGENTO

Listino del presidente
Giovanni Di Mauro
Movimento 5 stelle
Matteo Mangiacavallo (14.973)
Giovanni Di Caro (5.987)
Partito democratico
Michele Catanzaro (6.409)
Popolari e autonomisti
Carmelo Pullara (9.871)
Udc
Margherita La Rocca Ruvolo (5.129)
Forza Italia
Riccardo Antonio Gallo Afflitto (7.337)

CALTANISSETTA

Listino del presidente
Giusy Savarino
Movimento 5 stelle
Giancarlo Cancelleri (12.434) (in quanto candidato presidente arrivato secondo)
Nunzio Di Paola (4.724)
Forza Italia
Michele Mancuso (6.878)
Pd
Giuseppe Arancio (3.993)

CATANIA

Movimento 5 stelle
Angela Foti
Gianina Ciancio
Francesco Cappello
Jose Marano
Partito democratico
Luca Sammartino
Anthony Barbagallo
Sicilia futura
Nicola D’Agostino
Forza Italia
Marco Falcone
Alfio Papale
Noi con Salvini – Fratelli d’Italia
Gaetano Galvagno
Diventerà bellissima
Giuseppe Zitelli
Popolari e autonomisti
Giuseppe Compagnone
Udc
Giovanni Bulla

MESSINA

Listino del presidente
Bernardette Grasso
Elvira Amata
Movimento 5 stelle
Valentina Zafarana (8.140)
Antonino De Luca (6.959)
Partito democratico
Francesco De Domenico (11.224)
Forza Italia
Luigi Genovese (17.359)
Tommaso Antonino Calderone (13.517)
Diventerà bellissima
Giuseppe Galluzzo (5.365)
Noi con Salvini – Fratelli d’Italia
Antonio Catalfamo (4.238)
Udc
Cateno De Luca (5.418)

PALERMO

Listino del presidente
Gianfranco Micciché
Movimento 5 stelle
Giampiero Trizzino (9.168)
Salvatore Siragusa (6.141)
Luigi Sunseri (5.258)
Roberta Schillaci (4.241)
Cento passi per la Sicilia
Claudio Fava (3.430)
Partito democratico
Giuseppe Lupo (9.551)
Antonello Cracolici (7.560)
Sicilia futura
Edmondo Tamajo (13.984)
Forza Italia
Giuseppe Milazzo (9.889)
Riccardo Savona (6.554)
Marianna Caronia (6.370)
Popolari e autonomisti
Roberto Lagalla (8.170)
Totò Cordaro (8.170)
Udc
Vincenzo Figuccia (9.281)
Noi con Salvini – Fratelli d’Italia
Antonino Rizzotto (4.011)
Diventerà bellissima
Alessandro Aricò (9.046)
RAGUSA
Forza Italia
Orazio Ragusa (5.315)
Diventerà bellissima
Giorgio Assenza (6.881)
Movimento 5 stelle
Stefania Campo (6.214)
Partito democratico
Nello Dipasquale (5.972)

SIRACUSA

Movimento 5 stelle
Stefano Zito (18.008)
Giorgio Pasqua (5.439)
Partito democratico
Giovanni Cafeo (7.404)
Forza Italia
Rossana Cannata (6.836)
Popolari e autonomisti
Giuseppe Gennuso (6.557)

TRAPANI

Listino
Mimmo Turano
Movimento 5 stelle
Sergio Tancredi (8.013)
Valentina Palmeri (7.801)
Partito democratico
Baldo Gucciardi (10.891)
Forza Italia
Stefano Pellegrino (7.640)
Udc
Eleonora Lo Curto (2.187)


(AdnKronos) – Una percentuale alta di astensionismo, oltre la metà degli elettori non ha votato ieri alle regionali in Sicilia. Un dato, tuttavia, non peggiore rispetto a quello delle precedenti elezioni nel 2012. Insomma, l’astensione non è cresciuto ulteriormente. E’ quanto emerge da uno studio dell’Istituto Cattaneo sulla partecipazione al voto in Sicilia. Nello specifico,”per quanto riguarda le differenti province siciliane, soltanto in provincia di Messina (51,69%) e di Catania (51,58%), oltre la metà del corpo elettorale si è recato ai seggi, confermando quindi una tendenza che, fin dalle elezioni regionali del 2001, vede queste due province come quelle che meglio hanno resistito alla continua diminuzione dell’affluenza in occasione delle elezioni regionali. Nelle restanti sette province, con il record negativo di Enna (37,68%), la partecipazione si è fermata al di sotto del 50%, per un dato complessivo regionale pari al 46,76%”. “Il voto regionale siciliano -si sottolinea nello studio- ha certamente una grande rilevanza: come già accaduto per le precedenti elezioni (ottobre 2012), in cui si registrarono i prodromi della crisi che avrebbe poi riguardato le elezioni nazionali del 2013, nel panorama politico odierno esso costituisce sia per gli osservatori che per gli stessi partiti coinvolti nella competizione elettorale un importante banco di prova, in vista delle elezioni politiche previste per la prossima primavera”.