martedì , Marzo 9 2021

Aidone. Giornata ecologica 2017: Pro Loco e Cavalieri Templari di nuovo insieme per promuovere il territorio

Aidone. 30 piante di yucca sono state donate dai Cavalieri Templari di Aidone e altre 50 piante, tra: ippocastano, cedro, platano, cerro, roverella, piracantha, albero di Giuda, pitosforo, offerte dal Corpo forestale di Piazza Armerina, rappresentato dagli ispettori Roberto Franchino e Vincenzo Filetti, alla Pro Loco, in occasione della “Giornata ecologica” 2017, svoltasi ieri nella cittadina. Organizzata dalla Pro Loco, presidente Giuseppe Birritella, e dai Cavalieri Templari, rappresentati dal Gran Priore Fabrizio Cianciolo e dal Balivo Sebastiano Tudisco, con la collaborazione dell’associazione Demetra e di personale dell’ex Rmi, le piante sono state messe a dimora lungo il tratto della Villa Comunale, a cominciare dalla parte più alta, nei pressi del museo archeologico regionale, fino ad arrivare nella parte più bassa.

Inoltre, in piazza papa Giovanni Paolo II. Presente il sindaco di Aidone Vincenzo Lacchiana, che ha dato anche il proprio contributo nella piantumazione degli arbusti. Un’attività di volontariato intesa a ridare decoro al posto, spesso in condizioni di degrado e di abbandono, ma tra i più rappresentativi della cittadina. Nello stesso tempo, promuovere un’attività di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali. Affermano gli organizzatori:”La Pro Loco, i Cavalieri Templari hanno voluto di nuovo essere insieme per la promozione e la cura del proprio meraviglioso territorio. Un grazie particolare all’amministrazione comunale e al Corpo Forestale per la vicinanza”. I Cavalieri Templari proseguiranno con le attività in calendario e il prossimo 19 dicembre effettueranno una Giornata in memoria di padre Felice Oliveri, prima guida spirituale dei Templari, che verrà ricordato con una iniziativa culturale musicale presso la chiesa Madre. Un quadro, raffigurante padre Felice, realizzato dal templare Salvatore Musumeci di Ramacca, premiato per meriti artistici dal Presidente della Repubblica, sarà donato al vescovo della diocesi di Piazza Armerina Rosario Gisana e collocato all’ingresso della chiesa.

Angela Rita Palermo
giornalista de La Sicilia