mercoledì , Gennaio 20 2021

Valguarnera, parecchie iniziative culturali in occasione del Santo Natale

Valguarnera. Parecchie iniziative culturali in paese, in occasione del Santo Natale. Nei locali adiacente la Chiesa Madre e presso il Museo Etno Antropologico è già in corso una mostra di arte sacra ed un’altra sarà allestita a partire dal 22 dicembre. “Natale con l’arte” è questo il tema della mostra che ha lo scopo di contribuire alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio culturale italiano attraverso l’Arte figurativa. Promotore dell’iniziativa è Carmelo Vella che per l’occasione si avvale della collaborazione dell’amministrazione comunale, della la parrocchia chiesa Madre, del Museo diocesano di Piazza Armerina, dell’associazione Valguarneresi nel mondo, del Museo etno antropologico locale, dell’associazione “Talìa” Spazio Arte di Leonforte e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

“Avremmo l’onore di ospitare – dice Vella- numerosi rinomati maestri/artisti (pittori, scultori, miniaturisti e musicisti) tra i quali, due dei più bravi pittori italiani (Maurizio De Simone e Rodolfo Gurrieri), che esporranno nelle splendide sale della chiesa Madre e del Museo Etno Antropologico di Valguarnera”. Le mostre saranno così articolate: dal 16 dicembre (inaugurazione, alle ore 17, con rinfresco) al 22 dicembre: personale dei maestri/pittori Rodolfo Gurrieri, Maurizio De Simone e Carmelo Vella. Dal 22 dicembre al 4 gennaio: mostra collettiva di 36 maestri/artisti. Il 22 dicembre, alle ore 18 la mostra sarà inaugurata dal vescovo di Piazza Armerina, monsignor Rosario Gisana. La serata inaugurale del 22 dicembre, sarà allietata da brani musicali natalizi della brava e rinomata cantante e musicista Yasmine Caruso. Durante le festività si potranno ammirare anche gli splendidi locali della Casa Museo Caripa ed il grande Presepe della chiesa Madre. Ed a proposito della Casa Museo Caripa è giunta alla 4^ edizione la manifestazione denominata “Natale alla Casa Museo” che quest’anno si arricchisce di particolari che renderanno l’antivigilia di Natale magica, riportando indietro nel tempo quanti visiteranno la casa situata nel centro storico Valguarnerese, precisamente in via Turati, vicino la chiesa del Purgatorio. Sabato 23 dalle ore 18.30 sarà possibile rivivere il Natale cosi come lo vivevano i nostri nonni con tutti i preparativi culinari che precedevano la festività, dalla “mpastata ru pan na maidda” e la cottura nel forno a legna, alla preparazione della pasta di casa e di altri dolci tipici natalizi come i piccidatt. Si potrà inoltre assistere a scene di vita quotidiana come la recita “ra nuvena”, l’accensione “ra conca” e il ritorno dalla campagna “ri viddani, a cavaddu e muli”. Momento clou della serata sarà quando alle 18.30 andrà in scena il “Presepe vivente” con inizio dalla via Garibaldi, l’arrivo a Betlemme di Maria e Giuseppe che si dirigeranno poi verso via Vizzini accompagnati dal suono della zampogna e la ciaramella, sino alla casa Museo dove nella stalla sarà rappresentata la natività. Tutto il vicinato in questi giorni si è messo a disposizione dell’organizzazione aprendo le porte di vecchi “Catoi” e stalle, dove saranno ambientati vecchi mestieri ed altre scene suggestive. La manifestazione autofinanziata è realizzata dall’associazione “Valguarneresi nel mondo” con la collaborazione di amici, volontari e il contributo di commercianti locali. Infine venerdì 22 dicembre dalle ore 18 in poi, il gruppo Scout Valguarnera 1 davanti la Scuola Media “Francesco Lanza” presenterà “A Natale con gli Scout”. Si potrà degustare Vin brulé, ceci, trippa, salsiccia, patatine fritte e sfingi, deliziate da tanta musica animazione per bambini e tanto altro.

Rino Caltagirone