martedì , Marzo 9 2021

Aidone, si sdrammatizza anche un pò sulla vicenda del trasferimento della Dea con una vignetta di Angelo Pittà

Aidone. Dopo incontri, confronti, minacce di barricate e l’aria surriscaldata di questi ultimi giorni, un po’ di satira strappa risata, di certo, non guasta nella vicenda della Dea di Morgantina che tra spostamenti, copie, lavate di scudi, non ne può più di vedersi “simbolicamente” sballottata di qua e di là ma che sicuramente non disdegna i riflettori che si sono riaccesi su di lei dopo quel fatidico 2011, che la riportò a casa dopo un lungo periodo di “detenzione” in uno dei musei più titolati al mondo. Certo che, a testardaggine, “orgoglio municipale” come lo chiama Sgarbi, gli Aidonesi sono messi proprio bene. Lo dimostra la fermezza della cittadinanza, a parte qualche isolata voce fuori dal coro, di fronte all’ennesimo tentativo di “scippo”, come lo definiscono in tanti, e depauperamento di un territorio che per i molti aspetti: culturali, storico-archeologici, paesaggistici (Aidone balcone della Sicilia) ed anche enogastronomici, meriterebbe molta considerazione da parte di una classe politica che da un lato predica bene quando di tratta di annunciare proclami e dall’altro razzola male quando deve poi concretizzare.

C’è chi invece ritiene che l’idea di Sgarbi, e cioè di trasferire temporaneamente la Dea, copia inclusa, in luoghi che permetterebbero quella notorietà che merita ma che attualmente non ha, non sia poi tanto sbagliata. L’humor, il sarcasmo ben venga, quindi, se serve per sdrammatizzare certe situazioni che a lungo andare possono creare tensioni e strappi, a volte anche non ricucibili, in presenza di un confronto necessario e democratico. Così un po’ tra il serio ed il faceto, il giovane Gianfilippo Fontana scrive in rima: ”Senza se e senza ma la Dea di Morgantina ad Aidone resterà!”. Scrive Angelo Pittà, che ha realizzato una vignetta satirica sulla vicenda del trasferimento della Dea di Morgantina, postata su Fb: “L’affare Sgarbi suscita molto interesse nella cittadina aidonese, con le dichiarazioni dell’assessore ospite della comunità. Dopo supercazzole, e sviolinate, ci si mette d’accordo che si faranno delle copie e gli aidonesi avranno il privilegio di scegliersi la più bella”. Chissà se anche alla Dea viene anche una bella risata…

Angela Rita Palermo