martedì , Gennaio 19 2021

Leonforte: inaugurazione comitato elettorale del candidato Lillo Colaleo

colaleoEnna. Si fa sempre più intensa la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo. Ed il candidato al Collegio Uninominale alla Camera per Liberi e Uguali il ventiseienne Lillo Colaleo continua nel suo tour elettorale in giro per i comuni della provincia di Enna ma anche di quelli del messinese che ricadono nel Collegio riscontrando intorno alla sua candidatura un importante consenso. A Lillo Colaleo infatti viene riconosciuto un ruolo di assoluta novità nel panorama politico tradizionale e non solo per la “carta di identità”, ma per i contenuti che sta portando avanti nel suo programma elettorale che contestualizza quelle che sono le linee programmatiche del programma nazionale di Liberi e Uguali. Oggi sabato 17 febbraio i tanti giovani, ma non solo, che lo stanno accompagnando in questa importante esperienza elettorale sono in giro per i quartieri di Enna per un “porta a porta” e quindi parlando con la gente. Domani domenica 18 febbraio nel pomeriggio Lillo Colaleo andrà ad inaugurare il Comitato elettorale di Leonfote in piazza IV Novembre e dove saranno presenti tutti i compagni di Leonforte ed il candidato al proporzionale sempre per la Camera il leonfortese Angelo Castrogiovanni. E intanto proprio a conferma di quanto entusiasmo ci sia intorno alla candidatura di Lillo Colaleo in particolare nel mondo giovanile un importante risultato ha ottenuto l’iniziativa organizzata dal Movimento giovanile di Liberi e Uguali rappresentato da Marco Greco, venerdì scorso in una gremita sala della biblioteca comunale di Enna riguardante i beni culturali in provincia e quanto questi potrebbero essere importanti in progetto di sviluppo socio economico del territorio provinciale in particolare per le nuove generazioni. A dialogare con Marco Greco nelle funzioni di moderatore gli archeologi Enrico Giannitrapani e Francesca Valbruzzi che anno confermato di quanto sia grande e importante questo “tesoro” dei beni archeologici in provincia di Enna dove si contano 350 siti, ma nello stesso tempo altrettanto ed inspiegabilmente trascurati e marginalizzati. La cattiva gestione dei beni culturali è un fatto generalizzato in tutta l’isola se si esclude l’attuale “isola felice” del parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento. Ma a Enna si toccano punti di emergenza molto più gravi. “L’iniziativa organizzata dai ragazzi del movimento giovanile della sinistra (MGS) è una di quelle che servono fortemente al territorio – commenta Lillo Colaleo – per questo mi unisco volentieri ai complimenti che sono stati fatti loro per l’importanza dell’evento. Noi, infatti, abbiamo un immenso patrimonio per quanto concerne i beni culturali: questa è una terra antichissima, con centinaia e centinaia di siti, di cui solo alcuni utilizzati in maniera assolutamente efficiente. E’ assolutamente necessario creare un meccanismo collaborativo tanto con le istituzioni quanto con i privati, sviluppare progetti e attirare investimenti per valorizzare l’eredità che abbiamo ricevuto. Ma non è solo una questione economica, è anche una questione morale, di dignità, di coscienza: bisogna aver rispetto del proprio patrimonio culturale. Un paese senza memoria è un paese senza futuro”.