giovedì , Gennaio 28 2021

Valguarnera. “Amara Satira Omnia” di Melissa Zuccalà sarà presentata al Teatro Garibaldi di Enna

Valguarnera. “Amara Satira Omnia”. E’ lo spettacolo che sarà presentato in prima nazionale il prossimo 5 aprile alle 20,30 presso il teatro Garibaldi di Enna. Attori protagonisti saranno i prodigiosi ragazzi di “Sicily Ballet”, curati come sempre in modo encomiabile dalla coreografa Melissa Zuccalà.

L’opera, che si avvale della collaborazione dell’assessorato alla cultura di Valguarnera, nasce appunto dal connubio perfetto tra le coreografie di Melissa Zuccalà e la comprovata esperienza del regista Garattini Raimondi. Il regista teatrale ha infatti ideato in modo magistrale una sublime fusione tra teatro, musica, danza e satira ove a prevalere in assoluto sarà quest’ultima. L’opera abbraccerà il tema della “ambiguità in tutte le sue forme”, sulle note di opere quali il Don Giovanni di Mozart e Baal di Brecht. Uno spettacolo teatrale di danza ed arte insomma, con giovani leve che il pubblico ennese già conosce bene e che cercheranno ancora di stupire. Una piccola anteprima è stata presentata nei giorni scorsi, davanti ad una entusiasta platea di persone, nell’Aula consiliare del Comune, ove erano presenti per l’occasione oltre alla Zuccalà, il regista Davide Garattini Raimondi. Gli interpreti, sono tutte giovanissime creature che si affacciano da poco alla ribalta della danza e del teatro e appartengono tutti alla scuola valguarnerese di “Sicily Ballet” diretti dalla brava Melissa Zuccalà. Nell’”Amara Satira Omnia” i ballerini sono Chiara Arena, Benedetta Cannolo, Asia Scuderi, Fabio Gamuzza, gli attori Lorenzo Stazzone e Salvatore Scardino, sound e lithing Francesco Noè, il soprano Miriam Ziarna. Le musiche sono di W. A. Mozart mentre i testi sono ispirati a B. Brecht. Un’opera, come ha detto il regista Garattini Raimondi, innovativa che non si colloca alla stregua di altre, in un universo artistico codificato. Essa in questo caso, come detto, rappresenterà l’ambiguità in tutte le sue forme, le sue sfaccettature. Le vie di mezzo insomma, come quando si ha il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto e bisogna vedere da quale parte si vuol vedere , così nella vita, o con sano ottimismo o con bieco pessimismo. Il personaggio che nell’opera sarà rappresentato, si muoverà sulla musica di Mozart e sulle gambe di di Baal. “Abbinare lirica, danza e satira non è cosa semplice- ha detto il regista durante la presentazione- sarà una scommessa anche per me. Mi ritrovo a lavorare con dei bravissimi talenti che abitano in un paese dell’entroterra siciliano e che cercano di rappresentare con la danza qualcosa di maestoso. Della loro bravura ne ho preso conto spero non deluderli”. La bravissima Melissa Zuccalà che curerà la coreografia e che è l’ispiratrice dell’opera ha detto: “Rappresentate uno spettacolo del genere non sarà semplice ma saremo pronti per la prima nazionale del 5 aprile presso il Teatro Garibaldi di Enna. Definire l’arte è operazione assai complessa e il tentativo di comprenderla conduce spesso alla smania di accostarla a categorie già esistenti o ritenute affini, ma non è questo il caso di “Amara Satira Omnia”. Ringrazio moltissimo il regista Garattini Raimondi per la sua disponibilità, so solo che metterà a disposizione tutta la sua grande esperienza e professionalità. E’ nelle nostre intenzioni portare lo spettacolo oltre che ad Enna, nei maggiori teatri siciliani e nazionali e se tutto andrà nel migliore dei modi come io spero, perché no… anche all’estero”.

Rino Caltagirone