domenica , Gennaio 24 2021

Assessore regionale Falcone constata condizioni abbandono Sp4, stanziati 34,4 mln. Provincia conferma che Ponte Mulinello non sarà chiuso

Valguarnera. “La Provincia di Enna e in particolare i cittadini di Valguarnera e Piazza Armerina avranno risposte in tempi brevissimi sulla Sp4. Pronti per l’ammodernamento e la messa in sicurezza, 34,4 milioni di euro. Il via ai lavori entro pochi mesi. La strada presto passerà all’Anas”. A dichiararlo l’assessore regionale alla infrastrutture Marco Falcone che stamane ha effettuato un sopralluogo sull’intera arteria per rendersi conto personalmente dello stato di completo abbandono in cui versa. Una arteria importantissima e vitale per l’economia del territorio provinciale, conduce all’Outlet Village, al Polo industriale di Dittaino ove operano importanti aziende, collega l’autostrada a Valguarnera e alle cittadine turistiche di Piazza Armerina ed Aidone. La presenza di Falcone, è stata voluta fortemente dalla consigliera comunale di FI Concetta Dragà e dalla dirigente provinciale Gaetana Palermo, dopo le insistenti voci di chiusura del Ponte Mulinello scartate, al momento, dai dirigenti dell’ufficio tecnico provinciale e dal commissario Guarino. Sotto il ponte, ad attendere l’assessore c’erano oltre a Concetta Dragà (nella foto sottostante con l’Assessore Falcone) i dirigenti locali Ettore Miraglia, il cav. Salvatore Bonanno e l’imprenditore Gioacchino Arena. Falcone, dopo i brevi convenevoli, ha constatato e fotografato la vetustà dei piloni che sorreggono il ponte e successivamente, accompagnato dai dirigenti locali di Forza Italia, si è reso conto che quella strada che parte dal ponte Mulinello ed arriva al bivio Furma, una ventina di Km. circa, versa veramente in pessime condizioni e necessita di manutenzione periodica e lavori strutturali. All’occhio di chi la percorre si presenta in molti punti piena di frane, è sdrucciolevole, oscillante, priva di segnaletica verticale ed orizzontale e con i giunti che sul viadotto consegnato appena un anno fa, saltano periodicamente. Un’attenzione particolare è stata posta inoltre su un tratto di contrada Marcenò, sulla circonvallazione di Valguarnera, ove un pezzo di strada, da anni transennato, è saltato del tutto. Qualche anno fa vi morì un ragazzo di Piazza Armerina. Una arteria la Sp4, insomma, in cui ruota in gran parte l’economia ennese, percorsa giornalmente da centinaia di mezzi leggeri e pesanti che conducono di tutto: merci, materiali vari, studenti pendolari che frequentano le scuole superiori di Piazza Armerina, insegnanti, medici, lavoratori e che conduce pure da Valguarnera agli ospedali di Enna e Piazza Armerina. Falcone durante il sopralluogo ha telefonato col viva voce ai dirigenti del suo assessorato invitandoli ad attivarsi da subito per sbloccare l’importo deliberato dal Cipe.

“Il 22 febbraio scorso – ha affermato – sono stati deliberati dal Cipe, ben 34,4 milioni di euro solo per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della Sp4. Somma che cercheremo di sbloccare al più presto possibile e metterla a disposizione. Stiamo lavorando pure affinché la strada sia statalizzata e che quindi passi sotto l’egida dell’Anas. Ben presto saranno pronti i progetti e penso che entro pochi mesi, dopo i vari iter procedurali si potrà partire con la stessa Anas per la messa in sicurezza e l’ammodernamento”. Falcone ha parlato pure della viabilità provinciale, la più penalizzata della intera rete siciliana. “Il Presidente Musumeci- durante la riunione in Prefettura è stato molto chiaro nel dire che la Provincia di Enna ha la viabilità più sgangherata e riceverà la massima attenzione. C’è una prima trance di 14 milioni di euro già deliberata dalla Giunta di Governo, ben presto ne seguirà una seconda di 5 milioni già stanziata + 10-15 nei prossimi mesi”. Si è parlato pure del ruolo delle varie province: “Il governo Crocetta – continua – ha completamente depotenziato se non annullato il ruolo degli enti intermedi, il governo Musumeci si è impegnato a ridar loro nuova linfa per l’espletamento dei compiti istituzionali”. Soddisfatta dalle delucidazioni dell’assessore regionale la consigliera di FI Concetta Dragà: “Come partito siamo stati in grado di allertare le massime istituzioni regionali che oggi ci hanno dato delle risposte. Già l’assessore Falcone è al lavoro e sono certa che non deluderà le aspettative delle nostre comunità”. Intanto nel pomeriggio di ieri mercoledì, lo staff tecnico tecnico dell’ex provincia e il commissario Guarino hanno effettuato un nuovo sopralluogo sul ponte Mulinello e stamane l’ingegnere Alvano ha confermato tutto ciò di cui avevamo reso noto nei giorni scorsi e cioè che il ponte non sarà chiuso e che sarà al momento reso transitabile agli automezzi solamente nelle corsie centrali, alleggerendo con nuova segnaletica gli spazi esterni che sono i più fragili. Tutto ciò entro la fine della settimana prossima”.

Rino Caltagirone