sabato , Gennaio 23 2021

Si rinnova la tradizione del Presepe Monumentale a Leonforte

Leonforte. E’ stato inaugurato ieri pomeriggio, nei locali dell’ex Scuderia, in Piazza Branciforti, il Presepe Monumentale ad opera del Centro giovanile “Mons. Laneri”.
Dopo la rituale benedizione ad opera di Padre Giunta, a tagliare il nastro quest’anno, è stato il sindaco Carmelo Barbera.
“Abbiamo iniziato da giovanissimi, quando, assecondati dall’allora arciprete don Luigi Ragusa, abbiamo messo su un piccolo presepe e nel tempo abbiamo cambiato materiale e stili, passando dal legno, al gesso, e alla pietra” ha detto Alfredo Gallina, Presidente del Centro che si occupa annualmente dell’allestimento.
In particolare, i monumenti e le miniature sono state realizzate da Paolo Favazza, coadiuvato da Maurizio Potenza, Giovanni Gallina e Angelo La Magna per gli effetti scenici, le luci e i progetti idraulici.
Fondamentale la presenza dei numerosi ragazzi che frequentano il centro e si mettono in gioco cimentandosi nell’artigianato e collaborando con interesse e curiosità alla realizzazione di un’opera che è ormai simbolo del Natale a Leonforte ed è espressione di arti e mestieri che rappresentano un intero anno secondo un preciso schema, come per i famosi presepi napoletani: gennaio, il macellaio o salumiere; febbraio, il venditore di ricotta o formaggio; marzo, il pollivendolo; aprile, il venditore di uova; maggio, la donna che vende ciliegie; giugno, il panettiere; luglio, il venditore di pomodori; agosto, il venditore di cocomeri; settembre, il contadino; ottobre, il vinaio; novembre, il venditore di castagne; dicembre, il pescivendolo.
Un presepe che si offre alla comunità per lanciare un messaggio di pace che va oltre il credo religioso, oltre l’identità per diventare fulcro di valori e princìpi da condividere e diffondere.
Il presepe, la cui inaugurazione ricorre il 16 dicembre di ogni anno, rimarrà aperto al pubblico sino al 6 gennaio 2019,tutti i giorni, dalle 17 alle 20.30, e i festivi anche la mattina.

Livia D’Alotto