mercoledì , Aprile 14 2021

Enna, Piazza Armerina e Nicosia: Babbo Natale arriva con le “gazzelle” dei Carabinieri; i piccoli ospiti dei reparti pediatrici ricevono doni speciali

E’ risaputo, il Natale porta con sé lo scambio dei regali. Lo sanno grandi e piccini, è un momento magico atteso per tutto l’anno… ma i piccoli ospiti dei Reparti di Pediatria degli Ospedali di Enna, Piazza Armerina e Nicosia, quest’oggi hanno avuto la sorpresa di scartare tantissimi regali donati dai Carabinieri.
Tra i sorrisi di meraviglia e stupore dei bambini, i militari dell’Arma delle tre Compagnie del Comando Provinciale di Enna, diretto dal Tenente Colonnello Saverio Lombardi e i soci delle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri, hanno consegnato stamani tanti giocattoli e suscitato un’atmosfera di gioia e serenità anche tra i più grandi.
Tra cavalli a dondolo, palloncini, bambole e peluches i bambini sono stati gli indiscussi ed intrepidi protagonisti di una giornata indimenticabile, entusiasmante anche per il personale ospedaliero, medico ed infermieristico, per i volontari dell’A.V.O., per i “nasini rossi” che normalmente intrattengono i piccoli con la Clown Therapy; attimi di felicità semplice e sincera che resteranno per tanto tempo nella memoria di tutti i presenti.
L’iniziativa fortemente voluta dalle Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri della Provincia di Enna, con la partecipazione dei militari in servizio, è stata sostenuta con successo dal Direttore dell’Azienda Sanitaria di Enna che comprende il territorio della Provincia di Enna e il comune di Capizzi (ME), un comprensorio che conta una popolazione di circa 180.000 abitanti… ma a farla da padrone sono stati loro, i bambini; tra i corridoi, era un alternarsi di scherzi e risate, di fiamme d’argento dei berretti e mattoncini colorati saltati fuori dai barattoli delle costruzioni, di pupazzetti variopinti e foulard bianchi, rossi e blu delle “benemerite”, le ragazze dell’A.N.C.
Perché è davvero Natale quando anche i grandi si divertono con poco e forse, assecondando un po’ il “fanciullino” che è in loro, si confondono con i bambini.
Tutto ciò, mentre le “gazzelle”, quelle vere, quelle blu e bianche targate CC, pattugliano il territorio per garantire un Natale sereno ai cittadini.