lunedì , Gennaio 25 2021

Se a Leonforte nevica la fantasia dei cittadini si scatena sulle strade e sul web

ph Giovanna Maria

Non accade spesso che Leonforte si imbianchi di neve per più giorni.
Come ci ricorda la professoressa e storica Giovanna Maria, dell’Università Popolare: “Secondo i documenti in suo possesso, che parlano di neve a Leonforte nel secolo scorso, si riferiscono al 1929 in cui si protrasse per cinque giorni consecutivi, dall’11 al 14 febbraio. Il freddo record registrato nel febbraio 1949 con temperatura minima assoluta di – 0,7° C registrata alla stazione meteorologica di Enna”.
In particolare, nei ricordi della Prof. Maria:”C’è quella storica del 1956 che fu lunga e terribile, ma bellissima per noi ragazzi. Poi per qualche decennio non si vide più “quagghiari ‘a nivi”, solo qualche “nivarriata”.
Altri ricordano nevicate anche negli anni ’66 e ’67.

ph Emilio Barbera e Gaetano Novello

Nel nuovo secolo, i più avranno memoria della nevicata del 2016 che imbiancò il paese a cavallo tra il vecchio e nuovo anno.
Quest’anno, da venerdì notte, la neve è tornata ad imbiancare il paese portando gioia e ilarità tra grandi e piccoli.
Ilare e originale lo “smurritìo” di tanti cittadini che per le strade del paese hanno immortalato angoli, monumenti e chiese innevate, filmato particolari momenti di gioco, o avventurose passeggiate e percorsi stradali, offrendo così aspetti anche inediti di Leonforte.
Perciò abbiamo voluto omaggiare alcuni dei tantissimi “smurritìi” postati su Facebook.
C’è chi manda i saluti del Dottor Zivago.
Chi ha proposto soluzioni alternative per il sabato sera, e chi soluzioni più sobrie, più punk.
Chi ha immortalato monumenti e chiese sotto una “veste” diversa incantando anche il più scettico o meno religioso dei paesani.
Chi ha documentato la neve tutt’intorno casa propria (e non si può certo dire che l’erba del vicino fosse più verde).

Chi ha sperato di vedere renne al pascolo e chi ha visto gatti tentar di far amicizia con pupazzi di neve.

ph Ange La
ph Ange La














Altri han voluto filmare il brivido da “cutulamento d’albero” (in foto il prima e il dopo).
Selfie e foto panoramiche da Premio Pulitzer stanno inondando il web suscitando sorrisi e divertimento.
E a chi si fosse chiesto a quanto ammonta la quantità di neve “accucchiata” il sindaco risponde: “40 Centimetri di neve” (forse esagerato!).
Inoltre, il primo cittadino, a quanti giustamente possono vivere con apprensione le criticità date dalle condizioni meteo ieri, ha prontamente fatto sapere che: “Sono al lavoro ininterrottamente, Vigili Urbani, operai del comune e il Corpo Volontari Protezione Civile Leonforte che grazie all’ausilio dei mezzi spargisale, bobcat e pala meccanica stanno liberando le vie principali e le vie d’accesso dell’ospedale. Si continuerà a lavorare al fine di rendere transitabili le vie della città”.

Fondamentale sarà infatti mantenere prudenza e cautela, specie se alla guida di veicoli, e uscire di casa solo per necessità.

E, se rimani bloccato con la macchina al semaforo o dalla ZTL occhio a…

Ed il paese sembra davvero essere più buono e più bello, un paese che ci vuole, più spesso, anche senza la neve, perché si sa …

a squagghiata da nivi si vidinu li purtusa”.



Livia D’Alotto