martedì , Marzo 9 2021

Aidone: approvato nuovo piano Aro ridotto a 557 mila euro: bollette 2019 riduzione per i contribuenti di 80 euro

Aidone. Con 6 voti della (ex) maggioranza e 5 voti dell’opposizione, all’unanimità dei presenti, è stato approvato dal consiglio comunale il nuovo piano Aro, che passa da 730 mila euro a 557 mila euro. Soddisfatto l’assessore comunale ai Tributi Sergio Rivoli per l’ottimo lavoro svolto dagli uffici e dalla guinta comunale che l’ha approvato. Per l’assessore Rivoli ciò comporterà, per i contribuenti, nelle bollette 2019, un risparmio di circa 80 €. Entro marzo, la deliberazione del Piano economico finanziario (Pef), che si baserà sul nuovo piano Aro, con l’approvazione della relativa tariffa. Per l’opposizione, i fatti sono altri, come afferma il consigliere Filippo Curìa del gruppo Noi Aidone:”Il piano economico dei rifiuti 2018, approvato dalla giunta, senza passare dal consiglio, era di 730.000 € ed è stato contestato in tutte le sedi dall’opposizione che ha richiesto più volte l’abbassamento delle tariffe e la ri-bollettazione. L’opposizione ha sollecitato la riunione dell’apposita commissione speciale dei rifiuti aperta alla partecipazione dei comitati dei cittadini ed una convocazione di consiglio dove aveva presentato una mozione con la proposta del ripristino delle tariffe 2016, più basse, approvata dalla sola opposizione, in quanto i consiglieri vicini al sindaco avevano disertato l’aula. L’amministrazione però non considerava quanto approvato nella mozione ed inviava gli atti, con l’importo di 730.000 €, all’Urega, ente appaltante della gara, che però li rimandava indietro, pretendendo che gli stessi venissero approvati anche dal consesso. Nel frattempo il piano è stato rimodulato per la somma di € 680.000 e mandato in consiglio per la definitiva approvazione a fine dicembre 2018 dove è stato bocciato dagli 8 consiglieri d’opposizione. Il piano così è stato ulteriormente variato a 557.564 €, riportato in consiglio mercoledì scorso e definitivamente approvato all’unanimità dei presenti. Se fosse stato approvato un mese fa, i cittadini di Aidone avrebbero avuto sul groppone, per 7 anni, il costo del servizio di 680.000 € anziché gli attuali 557.564 €. Ci sono dei meriti in tutta questa vicenda? Non lo so. Sicuramente ci sono dei demeriti, non attribuibili all’opposizione, ma interamente all’amministrazione del sindaco Lacchiana”. L’assessore Rivoli spiega che la diminuzione del nuovo piano Aro è stato possibile grazie a riduzioni di diverse voci: tre operatori in meno per un risparmio di 120 mila, il risparmio sugli utili alla ditta Progitec che gestisce temporaneamente il servizio, che passano dal 15% al 12%; un automezzo in meno, la riduzione della quota e l’acquisto di attrezzature sarà effettuato più oculatamente. Per il nuovo Piano Aro si dovrà espleterà la gara d’appalto con l’Urega di Enna. Il consigliere Curìa perplesso:”Abbiamo approvato il Piano ma dobbiamo sottolineare la criticità che potrebbe nascere tenendo presente che il nuovo Piano prevede 8 lavoratori dei quali 5 operatori e 3 amministrativi”.

Angela Rita Palermo collaboratrice La Sicilia