giovedì , Gennaio 21 2021

Calascibetta – giunta municipale. E il Pd dov’e’?

Calascibetta. È stata sostituita, in seno alla giunta municipale del comune di Calascibetta, Rosa Folisi con Vincenzo Montalbano, che ha assunto le stesse deleghe. Lo ha comunicato il sindaco in consiglio comunale. Il Sindaco sostituisce un assessore PD con un consigliere GI. XI (giovani xibetani). Dove tre (GI.XI.) valgono più di cinque (PD). E il PD dov’è? Dopo l’estromissione del segretario che lo ha portato dentro il PD, il Sindaco realizza il suo piano: stare in sella a qualunque costo. Anche a spese del PD. Pare che il tagliando alla Giunta sarebbe dovuto essere più ampio, poiché si diceva che la staffetta avrebbe coinvolto l’assessore OMBRA (Chi l’ha visto?), invece la turnazione ha coinvolto solo l’ex assessore Folisi in quota PD. In consiglio comunale non si sono avvertiti particolari apprezzamenti per il lavoro dell’ex assessore (ma potrebbe essere non è una sorpresa!), più volte nelle mire dell’opposizione che le ha contestato spesso inadeguatezza e ritardi. Nonostante ciò il consigliere Matina nel suo intervento aveva cercato, al di là dei risultati, di evidenziarne l’impegno. La risposta è stata la lettura di un documento miope centrato sul risentimento. Resta comunque il problema politico. Una giunta sempre più sbilanciata verso i GI.XI, mentre il PD ne esce ridimensionato. Chi fa il pieno sono loro, che piazzano due consiglieri su tre. Pare, inoltre, che aspirino ad avere due assessori, consapevoli che in tre sono determinanti, potendo mettere in minoranza l’amministrazione. Resta, quindi, fuori Dibilio, che pure scalpita per fare l’assessore, ma non può perché la legge prevede che non ci possono essere più di due consiglieri assessori (in atto: Speciale e Montalbano). Persone bene informate dei fatti sostengono che la nomina di Montalbano fosse subordinata alle dimissioni dello stesso da consigliere comunale, per consentire a Dibilio di entrare in giunta al posto dell’assessore (ombra), che in consiglio non ha nessun consigliere comunale. Sennonché ottenuta la giacchetta, pare che Montalbano abbia fatto sapere che forse si dimetterà da consigliere comunale alla fine del 2019. La situazione sembra anacronistica. Se era comprensibile che uno stallo lo avesse promosso il PD (Chi l’ha visto?), lo è meno per l’altra componente della coalizione. poiché il nono consigliere (che entrerebbe al posto di Montalbano) è uno della stessa componente Calascibettattiva (esiste ancora?) / GI. XI. Tranne che si abbia paura di una persona con sufficiente esperienza per cui si preferisce poter gestire meglio consiglieri inesperti e senza attributi, direbbe qualcuno. A questo punto le ambizioni dei GI. XI. e del Sindaco si realizzeranno solo a danno del PD, che tende all’autosoppressione? A proposito: qualcuno ha visto o sentito il segretario PD? O il sindaco gli ha imposto il silenzio?