domenica , Gennaio 24 2021

Valguarnera. “Diventerà Bellissima” risponde a critiche della Greco su riavvicinamento di Interlicchia a sindaco. Ma la solidarietà alla Greco arriva anche da F.I.

Valguarnera. E’ un botta e risposta continuo, a far ancora discutere il riavvicinamento di Giuseppe Interlicchia alla sindaca Draià. Un riavvicinamento conseguente alla fresca nomina di responsabile dei servizi finanziari del Comune. A molti, soprattutto agli ex compagni di viaggio di Interlicchia, questo fatto non è andato giù. L’esponente di “Diventerà Bellissima” è stato, come abbiamo già scritto, nel 2015 acerrimo avversario della Draià per l’investitura a sindaco, sia nelle primarie PD, sia durante la stessa competizione elettorale ove in contrapposizione si presentava con una lista civica. Ma il destino come d’incanto, quando meno te lo aspetti, si riavvicina, miracoli della politica! Quella frattura che appariva insanabile adesso si è tramutata in armonia e unità d’intendi, sotto il simbolo di partiti diversi, appartenenti all’alveo del centrodestra, Interlicchia con “Diventerà Bellissima” la sindaca con l’Udc. Ad infastidire però Diventerà Bellissima sono state le critiche riportate a mezzo stampa da una ex fedelissima di Interlicchia, Filippa Greco già assessore con Nocilla e consigliera comunale con Leanza. La Greco infatti, oltre ad esprimere biasimo per questo riavvicinamento alla sindaca, ha chiesto scusa a tutte quelle persone a cui nel 2015 aveva chiesto il voto per Interlicchia. A risponderle con una nota, a stretto giro di posta, il coordinamento locale di “Diventerà Bellissima” rappresentato da Enrico Capuano, di cui lo stesso Interlicchia fa parte: “Siamo fortemente amareggiati nell’apprendere le parole della signora Greco Filippa. Con lei abbiamo combattuto, sotto il simbolo della lista civica “Insieme per Cambiare” nel 2015, una battaglia politica contro un sistema di potere obsoleto e opprimente che nulla ha prodotto di positivo per la comunità. In lei abbiamo trovato la giusta sintesi tra giovani e meno giovani, tanto da affidarle il ruolo di vice-sindaco in prima battuta, preservando al contempo quello di consigliere comunale, nutrendo quindi massima fiducia nei suoi confronti. Dalla fine di quelle elezioni ad oggi- è scritto nella nota- abbiamo continuato il nostro doveroso impegno verso i cittadini e cercato di prendere le distanze da tutte le polemiche e le contrapposizioni personali, rappresentando gli interessi della comunità e conducendo battaglie importanti anche insieme ad altre forze politiche, con senso di responsabilità. Più volte abbiamo cercato il coinvolgimento della signora Greco, che per noi rappresenta, e rappresentava, un punto di riferimento, ma non abbiamo trovato riscontro. Dunque riteniamo che le dichiarazioni rese, costituiscano un attacco politico ingiustificato e strumentale perché ad ogni occasione, ci abbiamo messo la faccia, anche quando sembrava più facile il contrario. Questo promettiamo di farlo e difenderlo sempre e comunque! Prendere le distanze dal Movimento “Diventerà Bellissima” quando in realtà non ne ha mai fatto parte, nemmeno formalmente, ci sembra strano, quasi indotto, forse una ricerca forzata di visibilità. Non permettiamo a nessuno di strumentalizzare il nostro Gruppo politico per farsi pubblicità, innescando una campagna elettorale prematura che tenta di manipolare il consenso popolare. Auguriamo alla signora Greco- conclude la nota- di riflettere sulle sue parole perché noi siamo aperti al dialogo, presenti sul territorio e lontani anni luce dalla politica dei tranelli e dei giochetti, la stessa che nel 2015 volevamo tutti insieme abbattere.” Ma la querelle non finisce qui, perché a manifestare solidarietà alla Greco “sull’ingiusto attacco politico” di “Diventerà Bellissima” è oggi il commissario di Forza Italia Concetta Dragà che attraverso un’altra nota scrive: La signora Greco nelle elezioni amministrative del 2015 candidata nella lista civica “Insieme per Cambiare” ha dato lustro alla coalizione, essendo stata la prima eletta con 359 preferenze. Con coerenza e trasparenza ha condotto i suoi mandati precedenti, sia come assessore prima, che come consigliere dopo. In diversi settori amministrativi, ha portato avanti ed ha risolto problemi di natura sociale, degni di lode. Alla coalizione ” Insieme per Cambiare” non ha tolto niente, ha solamente espresso una sincera valutazione nel modo di gestire la cosa pubblica e soprattutto ha manifestato rispetto per la cittadinanza, quindi, nessuna ingratitudine, nessuna strumentalizzazione. In determinati momenti storici la libertà di manifestare la propria posizione diviene sacrosanta, per trasparenza, coerenza e rispetto nei confronti del proprio elettorato”.

Rino Caltagirone