giovedì , Gennaio 21 2021

Coni Enna. Progetto “Lo Sport: Un diritto per Tutti” per l’Istituto Comprensivo Guarnaccia di Pietraperzia

Si è svolta lo scorso 8 marzo presso l’aula magna dell’Istituto Guarnaccia di Pietraperzia la cerimonia conclusiva del Progetto “Lo Sport: Un diritto per Tutti”, una proposta educativa nata con l’intento di dare opportunità di pratica sportiva ai giovani delle aree periferiche, fornendo un servizio alla comunità e alle famiglie meno agiate in aree territoriali a rischio, facendo così praticare disverse discipline sportive ai ragazzi, utilizzando le strutture della scuola.
Il progetto, indirizzato agli alunni della scuola primaria e secondaria dell’Istituto Comprensivo “V. Guarnaccia” di Pietraperzia, si è svolto presso la locale palestra che si è rivelata, anche e soprattutto, luogo ideale di aggregazione, in un susseguirsi di appuntamenti settimanali, senza costi per i fruitori, sotto la supervisione di tecnici selezionati dal CONI.
Michele Buccheri oltre a coordinare il progetto, unitamente a Lio Patelmo del CONI Point di Enna, ha svolto il Progetto per il Badminton, Rocco D’Anna per il Calcio, Angelo Nicoletti per la Pallavolo, Antonio Mangione per il Taekwondo e Luigi Giummulè per il Tennistavolo.

Alla cerimonia hanno presenziato, oltre agli alunni, assoluti protagonisti del progetto, i loro genitori, gli istruttori, il Vicario, Prof. Salvatore Mastrosimone, la Presidente del Consiglio d’Istituto, Dott.ssa Tiziana Barrile, l’Assessore allo Sport del Comune di Pietraperzia, Chiara Stuppia, il Funzionario del CONI Point Lio Patelmo, il Dott. Angelo Sberna, delegato provinciale del CONI.
Il Prof. Mastrosimone, intervenuto per primo alla cerimonia, ha evidenziato l’importanza del Progetto, soprattutto in considerazione del fatto che, l’organizzazione curriculare scolastica, assegna poche ore all’attività motoria, mentre il Progetto, nel suo svolgimento extracurriculare, ha posto in essere quella estensione dell’attività stessa, da tempo auspicata e per la quale la stessa istituzione scolastica da lui coordinata e la presidente Dott.ssa Barrile, hanno inteso ed intendono ancora spendersi. Lo Sport è cultura, ha proseguito il Prof. Mastrosimone, e nessuno intende rinunziarvi, nonostante le restrizioni imposte dall’alto. La comunità di Pietraperzia, ipostimolata, in senso sportivo, conclude il Vicario, non ha potuto che beneficiare del Progetto.
Il Prof. Buccheri, coordinatore del progetto, ha salutato gli astanti ed ha presentato gli istruttori per le varie discipline, non prima di avere ringraziato le istituzioni che hanno consentito la realizzazione dell’iniziativa, dalla Scuola, al CONI, all’Amministrazione Comunale. Inoltre un plauso è stato accordato, dal Professor Buccheri, alla Scuola Guarnaccia, in quanto polo regionale di iniziative finalizzate allo sviluppo musicale e teatrale, ma anche di discipline sportive, quali il badminton e l’atletica leggera ed altre discipline legate ai giochi studenteschi.
Nel suo intervento il Dott. Sberna, ha, poi, espresso soddisfazione per la riuscita del Progetto, una iniziativa, ha evidenziato il Delegato, voluta dal presidente regionale del CONI Sergio D’Antoni, quale naturale prosecuzione di un progetto nato per “aprire” le palestre scolastiche nel periodo estivo, ma molto proficuo anche durante il periodo invernale. “Pietraperzia ha meritato tanta attenzione” ha detto Sberna, poiché ha, da subito aderito incondizionatamente alle nostre proposte, mettendo a disposizione strutture e personale. Anche i ragazzi, continua Sberna, hanno aderito con interesse ed entusiasmo. A chiusura dell’intervento, Sberna ha auspicato la nascita di una polisportiva che, sulla scia delle iniziative intraprese, sappia cogliere ed accogliere le individualità emergenti, creando sempre nuove opportunità di promozione e sviluppo dello Sport.
È seguita una breve proiezione inerente le modalità di sviluppo e le finalità dell’iniziativa, con immagini documentali, curate dal Prof. Angelo Nicoletti.
Anche l’Assessore Stuppia, nel suo intervento, ha voluto ringraziare tutte gli “attori” della proposta educativa, spronando i giovani alla pratica sempre più costante dello sport, perché, attraverso lo sviluppo dell’attività, anche l’istituzione Comune di Pietraperzia, possa sempre più essere stimolata ad investire nello sport.
La parola poi è passata a Diego Di Perri, un giovane alunno di terza media, dell’Istituto che, con grande maturità e piglio diplomatico, ha voluto chiedere notizie circa lo stato dell’arte delle tante strutture sportive inutilizzate della Città. La risposta della Assessore Stuppia è stata di impegno verso la problematica, pur nelle difficoltà del caso, specialmente per quello che riguarda la palestra della scuola Guarnaccia.
A conclusione della cerimonia, il Delegato CONI ha offerto una targa ricordo alla scuola, il gagliardetto del CONI al Comune di Pietraperzia e alcune dotazioni inerenti il progetto, che sono state consegnate a tutti gli alunni partecipanti. Medaglie ricordo, offerte dal Comune, sono state consegnate agli alunni, agli istruttori ed a tutti le componenti che hanno collaborato alla realizzazione di questa importantissima iniziativa.