martedì , Gennaio 19 2021

A Piazza Armerina al Liceo Scientifico seconda lectio magistralis del filosofo Domenico Massaro

Nell’auditorium del Liceo Scientifico “Romano” di Piazza Armerina, si è conclusa una fase del progetto “A spasso con Socrate”, ideato dalla prof.ssa Alessandra Tigano, docente di filosofia e presidente regionale “CRIF Sicilia Orientale”.

Il progetto si è svolto in rete con le classi IV e V C del plesso “Fontanazza” dell’I.C. “Chinnici-Roncalli”, guidate dalle docenti Rosalba Tigano, Mela, Aguglia, Rizzo e con la classe III E del plesso “Cascino” dell’I.C. “Falcone-Cascino”, coordinate dalle proff.sse Giuseppa Tigano, Melania Puglisi, Giuliana Forgia e Oriana Stefanizzi. I laboratori filosofici sono stati animati dagli studenti delle classi IV C, IV D e II B del Liceo Scientifico dell’IIS “Majorana-Cascino” nel ruolo di ambasciatori del dialogo socratico. All’incontro, oltre agli studenti, famiglie e docenti delle scuole sopra citate, hanno preso parte il vice Sindaco e assessore alla pubblica istruzione, Dott.ssa Vagone e il presidente del Consiglio comunale Prof. Incalcaterra. I Dirigenti Scolastici Lidia Di Gangi e Roberto Ferrera, nel loro interessante discorso d’apertura, hanno ribadito il loro impegno per una scuola socratica che, alla luce del protocollo Miur/Crif, promuove percorsi di formazione docenti e laboratori filosofici come opportunità di apprendimento per tutti, mentre il D.S. Ferro ha inviato i suoi saluti, dispiaciuto per non essere potuto intervenire. Ospite d’onore, in qualità di relatore, è stato il Prof. Domenico Massaro, docente di Logica dell’argomentazione all’Università di Siena e Arezzo, autore di numerosi manuali di storia della filosofia per i Licei e del racconto filosofico per ragazzi, “A spasso con Socrate”, dalla cui lettura ha preso le mosse il progetto, secondo il metodo della “Philosophy for children and community” (P4C) di Lipman.

Il percorso è stato documentato da una mostra con le lavagne delle sessioni, gli acrostici filosofici e un pannello sul tema della filosofia come educazione alla sostenibilità realizzato dagli studenti della media Cascino e del Liceo, a partire da pretesti tratti da Talete e il mito di Atteone di Gioedano Bruno. È stato proiettato un emozionante video “Le domande che meritano un inchino”, realizzato dalla Dott.ssa Lionti, che ha esplicitato finalità e risultati del progetto attraverso foto, riflessioni e divertenti sketch teatrali. Il prof. Massaro, soddisfatto e commosso, dopo aver visionato i frutti del lavoro svolto dalle scuole che hanno utilizzato il suo racconto e quelli di Lipman, ha tenuto a ribadire che in questo percorso pedagogico la filosofia si sta praticando come meraviglia che accade in una dimensione corale. La filosofia che esce dal liceo e va alla scuola primaria e media non è solo amore per il sapere che sviluppa capacità di ragionamento critico, ma è anche saggezza dell’amore che si pone lo scopo di costruire comunità di dialogo, al di là delle classi scolastiche. Il prof. Massaro ha voluto mettere in luce la dimensione politica e di cittadinanza della P4C di Lipman. Come la mente ha la necessità di fare ricerca in un orizzonte senza barriere, così anche la dimensione politica della comunità di ricerca filosofica non conosce confini poiché si sta aprendo al dialogo tra le scuole, dentro e fuori le classi e ha importanti ricadute nel territorio. La filosofia è meraviglia quando trasforma le menti e i contesti che si ripensano con nuovi sguardi di cittadinanza.

In questo modo la filosofia aiuta ad abitare in modo nuovo i luoghi in cui viviamo e ad affrontare i temi della vita come luce e ombra, libertà, felicità, curiosità e coscienza. Il mito platonico di Prometeo è stato un ottimo spunto per una profonda e coinvolgente riflessione sul tema attuale dell’educarsi al rispetto di sé, degli altri e della natura. Tutti sono rimasti entusiasti della capacità del filosofo di esprimersi in modo semplice con pensieri diretti e spontanei. L’incontro si è concluso con numerosi interventi, tra questi quelli di Giulia Falciglia e Angela Barresi per il Liceo, Beatrice Portelli, Daniele Falciglia, Francesco Nocera, Pietro Parlascino, Asia La Mattina e Domenico Crea per la Scuola media Cascino, Francesco Gussio, Noemi Vincifori, Lavinia Chiara, Sofia Alessandro, Sofia Chiara, Amanda e Concetto Vitali per la scuola primaria, la prof.ssa M. Pia La Porta. Alle domande il prof. Massaro ha risposto con la sua naturale gentilezza e affabilità promettendo ai suoi lettori di ritornare in Città per l’inaugurazione delle panchine letterarie, dipinte dagli alunni del plesso Fontanazza e quelli liceali. Esse raffigureranno le copertine dei libri, “A spasso con Socrate” del prof. Massaro e “Pixie” di M. Lipman, e verranno realizzate grazie ad alcuni sponsor.