martedì , Gennaio 19 2021

A Leonforte fiera (di San Antonino) in Corso

A Leonforte succede che il lessico, gregario, incorona il capo. “A insindacabile giudizio” è cominciata la stagione del pensiero posticipato e della critica addolcita che adula, con ritegno.
Leonforte ha aperto la restaurata porta Garibaldi all’estate, con la fiera di Sant’Antonino sul Corso Umberto. Bella la Fiera sul Corso, piace a tutti e a quanti non piace la gogna… sociale. Sono rimasti in tre i criticoni pronti a spulciare le carte e a leggere ogni giorno l’albo pretorio. I soliti pignoli della norma disattesa e dell’arbitrio ai limiti dell’abuso, pronti a citare conflitti e preferenze, norme e enti. I nemici che non sanno diventare avversari e poi amici per il bene del paese.
Uffa che noia! Impazza l’estate e fa caldo, rilassatevi e godetevi i Karaoke e le serate dotte.
A settembre ricomincerete con l’illusione dell’impegno e dell’onestà, che celebra il pensiero solitario e la certezza che nella piazza di Facebook le idee non nascono, ma muoiono sempre in nome del supremo bene. Intanto fate come i pentiti di partito, che comprendendo hanno reso lode al capo, nella speranza di un sorriso, una nomina o anche una “passiata” in passerella purchè colta e indiscutibilmente gradita al Re e alla sua corte.

Gabriella Grasso