sabato , Gennaio 23 2021

Vice sindaco di Leonforte, Ginardi: nessuna famiglia è stata lasciata senza assistenza

Accogliamo quanto il vice sindaco di Leonforte l’assessore Ginardi ci ha inviato sui fatti riguardanti il contenzioso fra il comune di Leonforte e la signora Loredana Grasso.

News di riferimento:
“Leonforte: due bambini disabili, lasciati senza assistenza. Parla Loredana Grasso, mamma coraggiosa”

“Il contenzioso che ha visto il Comune soccombente è uno solo. Nessuna famiglia è stata lasciata senza assistenza, anzi, da 2 bambini assistiti nel 2017/2018, il nuovo sistema varato ha consentito di estendere la copertura ad altri 11, quindi in totale 13. Il servizio è stato attivato in ritardo per una complicazione derivante dall’assenza di fondi nel bilancio a copertura di tutti. Al momento delle variazioni di bilancio 2018 (novembre), sono stati triplicati gli stanziamenti e previsti anche nel pluriennale, affinché il problema emerso fosse risolto definitivamente e non vi fossero più ritardi nell’avvio del servizio da quel momento in futuro. La vera discriminazione era stata compiuta in passato, allorquando erano stati esclusi dall’assistenza i bambini con deficit psicofisici e relazionali certificati, in violazione dell’art. 3.3 legge 104/92. L’intervento dell’Amministrazione Barbera ha sanato questa gravissima falla. Tuttavia, per garantire a tutti il servizio, in quel momento si è vista costretta a stabilire un range di ore ed effettuare decurtazioni o aggiunzioni nei casi più gravi. Nessuno si è lamentato ed altri 11 genitori privi di assistenza per i loro bambini fino all’anno scorso sono stati ben lieti di questa copertura assistenziale. Il Tribunale di Enna ha stabilito, tuttavia, che la condotta è comunque discriminatoria in quanto, sotto il profilo squisitamente amministrativo, una volta redatto il PEI, l’amministrazione scolastica no può intervenire a modificarlo direttamente o indirettamente. Ebbene, trattasi di responsabilità dell’Amministrazione scolastica (MIUR) che però, in ossequio ad un DPR del 1977, scarica la competenza all’Ente locale. La signora Grasso ha fatto ricorso ed il Comune di Leonforte è stato soccombente perché la giustificazione di carattere finanziario non è ritenuta sufficiente rispetto a diritti incomprimibili. Quindi, a partire dall’a.s. 2019/2020 l’Ente disapplicherà la riduzione delle ore e garantirà un servizio al 100% conforme al PEI, avendo già l’anno scorso previsto notevoli stanziamenti pluriennali. Questa è verità documentale ed effettivo contenuto di una risposta ad interrogazione consiliare”.

A oggi la signora Grasso ha avuto ragione sul comune di Leonforte in merito a un disservizio riguardante un bambino disabile. Siamo ben lieti di proporre le ragioni dell’amministrazione e auguriamo un dialogo aperto fra le parti.