domenica , Gennaio 24 2021

Valguarnera: a breve la riapertura della SP4

Valguarnera. Dovrebbe essere riaperto entro oggi il tratto della Sp4, nei pressi della galleria Grottacalda, chiuso da sabato sera per la rottura di un giunto, ovverossia di un bullone che salda l’asfalto. Ad affermarlo l’ingegnere Gaetano Alvano, dirigente dell’ex Provincia regionale. “Già la ditta preposta con cui abbiamo la convenzione è sul luogo- afferma- e se non ci sono intoppi di alcun genere, nella tarda serata di oggi martedì, l’arteria sarà riaperta”. Non è la prima volta che quel tratto di strada viene interdetto al traffico per parecchi giorni e per lo stesso motivo. E di questo ne è consapevole lo stesso ingegnere Alvano.

“Forse – ammette – se ci fosse stata un po’ più di attenzione anche da parte nostra, si sarebbe potuto intervenire prima, evitando la chiusura. Alvano chiama in causa anche la stessa impresa che cura questi tipi di lavoro sulla Sp4. Il guasto si è ripetuto entro i limiti dei 24 mesi dalla data dell’ultimo collaudo, quindi l’impresa sarà chiamata a risponderne.” Ma al di là di chi sia la responsabilità, abbiamo chiesto ad Alvano se su quel tratto possano essere effettuati interventi risolutivi, evitando di chiuderla per un nonnulla per diversi giorni. “Purtroppo- continua- in particolare su quel tratto i mezzi continuano a procedere ad andatura sostenuta, nonostante il limite di velocità a 50 che nessuno rispetta .Stiamo studiando se è possibile mettere a cavallo di questi giunti speciali dossi artificiali, compatibili con le strade extraurbane, già usati in altre arterie. Ma ripeto, è tutto ancora in fase di studio, l’alternativa, avvallata anche dalle forze dell’ordine, è dotare quel tratto di autovelox, in modo da fare rispettare il limite di velocità.” Ma il calvario della Sp4 non riguarda solo quel tratto, riguarda tutto l’intero percorso circa 20 km, dal bivio Furma a Mulinello. Il mese scorso sono stati effettuati dei lavori per 450 mila euro circa per bitumarla nei tratti più urgenti e dotarla di segnaletica orizzontale e verticale. Orbene, sicuramente l’arteria è stata migliorata, ma non basta. Ci sono delle criticità da sanare al più presto per evitare altri tragici incidenti. Nella salita di Mulinello e lungo la circonvallazione di Valguarnera persistono da anni delle frane che devono essere rimosse al più presto. L’assessore alle infrastruttura Falcone nell’ottobre scorso, durante un sopralluogo, dichiarò in quell’occasione che entro 4 mesi l’arteria sarebbe passata all’Anas e che erano pronti 14 milioni sia per ammodernare la Sp4 che intervenire su altre strade provinciali. Di mesi però, ne sono passati 9, ma ancora non se ne intravede l’ombra.
Rino Caltagirone