venerdì , Gennaio 22 2021

Quando si dice fino all’ultimo centesimo!

Vedendo l’importo di un centesimo di euro nel bollettino di conto corrente postale inviatole da Riscossione Sicilia, per pagarlo si intende, di primo acchito la signora Carmela Bontorno, che gestisce un negozio di gioielleria-lista nozze, ha reagito con un moto di stizza: “Con tante cose che ho da fare devo pure perdere tempo per andare in banca o all’ufficio postale a versare un centesimo di euro, sì proprio un centesimo di euro, a Riscossione Sicilia per ‘differenza rottamazione anno precedente’, ma le pare sensato tutto questo?” ci ha detto Bontorno. E’ evidente che si tratta di una domanda retorica perché, rispondendo con il buon senso, si direbbe che non è sensato. Questi bollettini sono compilati da potenti computer, che, come ricordava Umberto Eco, sono delle macchine stupide che funzionano solo nelle mani di persone intelligenti. Passata a lei la stizza, Bontorno pensa che forse non sia il caso di andare in banca o alla posta a versare quel centesimo di euro a Riscossione Sicilia. E’ talmente irrisoria l’importo di un centesimo del bollettino che forse Riscossione Sicilia l’avrà mandato per una svista. “Ma ho pensato che sarebbe stato meglio parlarne al mio commercialista per chiedergli di consigliarmi cosa fare”, ci ha raccontato Bontorno. Il commercialista non si è mostrato sorpreso nel vedere il bollettino di un centesimo. Simili stranezze saranno capitate anche ad altri commercianti suoi assistiti. “Per precauzione, non si mai, mi ha consigliato di versarlo quel centesimo a Riscossione Sicilia, che sicuramente tornerebbe a chiedermi di pagarlo con gli interessi e la rivalutazione monetaria, se non glielo lo pagassi ora”, ha aggiunto con una punta di ironia Bontorno. Per colmo di ironia, pagando il centesimo di euro subito, si è messa al riparo dalle sanzioni pecuniarie che Riscossione Sicilia le avrebbe comminato se avesse versato 0,01 euro, ma ha pagato alla banca 1 ero e 50 centesimi di tassa sul bollettino di un centesimo. Una tassa pari al 150% in più dell’importo del centesimo di euro che ha versato a Riscossione Sicilia.

Silvano Privitera