giovedì , Gennaio 28 2021

Troina, torna a nuova vita la piazza Matteotti

Troina. E’ tornata ad essere il luogo d’incontro dei troinesi la piazza Giacomo Matteotti nel quartiere San Basilio, conosciuta anche con il nome di piazza Nuova per distinguerla da piazza Conte Ruggero, nota anche con il nome di piazza Vecchia per essere la prima piazza costruita in paese tra la fine degli anni 20 e l’inizio degli anni 30 dopo l’abbattimento del convento delle suore benedettine nella parte alta del paese. E’ molto ampia la piazza Giacomo Matteotti da dove si vede l’imponente mole dell’Etna.

E’ costeggiata per tutta la sua lunghezza dalla via Umberto I, che è la via più lunga di Troina ed in tutta la sua lunghezza è piana. Sono due circostanze, queste, che ne fanno il luogo più adatto e più sicuro per lo svolgimento di eventi dal forte richiamo del grande pubblico. Fino ai primi anni 80 del Novecento, piazza Giacomo Matteotti è stata il luogo d’incontro dei troinesi di tutte le età. Dalla fine degli anni 80 fino a qualche anno fa, questa bella piazza Nuova aveva perso questa funzione. Vi si svolgevano alcune manifestazioni, come la festa di Sant’Antonio a luglio e quella di ferragosto ogni tre anni, ma i tutti gli altri giorni dell’anno rimaneva la piazza era frequentata da pochissima gente e assumeva l’aspetto delle piazze metafisiche di Giorgio de Chirico, piazze silenziose e vuote. I commercianti del quartiere San Basilio hanno segnalato ripetutamente il venir meno di questa funzione della piazza Giacomo Matteotti alle amministrazioni che sono succedute alla guida del comune attribuendola in gran parte alla direzione di marcia del senso unico della via Umberto I dallo Stretto di San Giorgio all’innesto con la via Sollima e ne hanno chiesto l’inversione dall’incrocio con via via Sollima allo Stretto di San Giorgio. Un paio di mesi fa, questa richiesta è stata accolta dall’amministrazione comunale in carica.

Se questo mutamento della direzione di marcia del senso unico abbia contribuito alla riscoperta della Piazza Matteotti, non è facile dimostrarlo. Ma molti sono convinti che abbia facilitato il ritorno di questa piazza alla sua funzione originaria. Anche l’apertura di nuovi esercizi commerciali, come una birreria in un locale arredato come un pub irlandese ed inglese all’inizio della via Umberto I, che non ha nulla che vedere con il bar tradizionale, a qualche centinaio di metri da pizza Matteotti, è il segnale di questa rinascita.

Silvano Privitera