mercoledì , Aprile 14 2021

Interessanti attività a Nicosia portate avanti dal Rotaract Club

Che cos’è il Rotaract club? È un’associazione composta da ragazzi dai 18 ai 30. Non è un’associazione, per come lo si vuol far credere, composta da ragazzi figli di papà annoiati dalla vita e da tutto che giocano a fare “i grandi”, ma per certi versi è un’associazione che potrebbe essere di esempio anche per “i grandi”, dato il profuso impegno e le varie attività portate avanti da questa entità. A Nicosia abbiamo una tale associazione, peraltro una di quelle che si è distinta qualche anno fa divenendo il miglior Rotaract club del Distretto (il Distretto è un’unione di più club Rotaract e, nel nostro caso, comprende tutti quelli presenti in Sicilia o a Malta). Ma senza cullarsi sugli allori ulteriormente, i ragazzi hanno continuato questa sana abitudine di fare qualcosa per il proprio territorio e, tra alti e bassi, ancor oggi non è corretto non parlare di ciò che, nel loro piccolo, questi giovani fanno. Prendiamo ad esempio una piacevole iniziativa fatta lo scorso 1 Settembre in collaborazione con i volontari di Wikimedia Italia volta alla conoscenza di Nicosia e alla valorizzazione della Storia di questo paese. Passiamo poi per varie attività di sensibilizzazione e anche a difesa dell’ultimo, facendo donazioni di materiale didattico e di cancelleria alla locale casa famiglia, donazioni volte all’eradicazione della poliomielite, ma anche un importante impegno culturale che si dispiega attraverso diverse presentazioni di libri, rivolgendo la propria attenzione soprattutto ai ragazzi e facendo quindi avvicinare questa generazione alla cultura. Impegno culturale e promozione del territorio sfociato anche nella donazione alla città di targhe di benvenuto (a fine 2018) e di targhe munite di Qr code e disseminate per Nicosia volte a far conoscere, attraverso le informazioni presenti e accessibili con questa moderna tecnologia, anco più e ancor meglio la storia del paese sia agli oriundi, sia ai turisti. Insomma, di certo il Rotaract non cambia la vita o i paesi, ma sicuramente aggiunge quel dettaglio che dà quel tocco in più al territorio. Quel contributo che se non ci fosse andrebbe dato, perché tutto ciò che permette il progredire, nonché l’abbellimento, è sempre qualcosa di ben accolto. E se questo progredire viene attuato con piccoli gesti dai ragazzi è maggiormente accolto perché porta con sé un importante messaggio di speranza, ovvero il fatto che, nonostante la massiccia migrazione, c’è qualche giovane che crede e investe il proprio tempo nel territorio natio. Poi, ovviamente, come associazione, ci sono i ruoli, ma i ragazzi sanno, ancor meglio di molti adulti, che dinnanzi al fare e fare bene, il ruolo passa in secondo piano, come una squadra di calcio in cui il capitano ha solo una fascia: per fare il gol della vittoria serve l’aiuto di tutta la squadra.

Alain Calò