sabato , Gennaio 23 2021

Novità a Leonforte. Parcheggi cimiteriali

Leonforte. Il sindaco e la giunta comunale hanno deliberato il trasferimento del ricovero mezzi degli operatori ecologici da Piazza Parano ad un nuovo sito che sarà ricavato da una porzione del parcheggio del cimitero. Si tratta di una decisione importante, presa in valutazione dell’imponente traffico veicolare che si creava nel centro abitato e della vicinanza del centro alla scuola elementare F. Liardo. Lo stesso centro di Piazza Parano sarà riconvertito in parcheggio cittadino. Così il sindaco Carmelo Barbera su Fb. L’annuncio ha avuti molti consensi ma anche parecchie perplessità e infatti il dott. Calì, che nel 2001 fu assessore dell’amministrazione Sammartino e che curò il progetto del posteggio dell’area cimiteriale, ha evidenziato non poche anomalie.

“E’ una scelta illogica e irrazionale oltre che pericolosissima!” esordisce il già assessore “il parcheggio del cimitero ha una ben precisa destinazione urbanistica ed una corrispondente funzione: quella di ospitare gli automezzi di quanti si recano a rendere omaggio ai propri defunti.  Quella zona inoltre è stata individuata dal piano comunale di protezione civile come area di attesa/accoglienza/concentrazione nel caso di eventi calamitosi per la popolazione. La realizzazione di quell’opera nel 2001 consentì di risolvere una volta per tutte non solo l’annoso problema del parcheggio per i numerosissimi visitatori del cimitero nei giorni appositamente dedicati alla commemorazione dei defunti, ma anche quello della sicurezza  sul viale Michelangelo”.

La promiscuità del ricovero mezzi e la prossimità del cimitero potrebbero creare anche delle criticità di natura morale e non poche incompatibilità con i vincoli cimiteriali.

“Certo. Bisogna anche aggiungere il rischio di inquinamento delle falde acquifere e dei vicini pozzi di approvvigionamento idrico-potabile. Va infatti ricordato che le attività di cantiere del servizio di igiene ambientale prevedono il travaso di rifiuti, con possibile conseguente deposito di percolato, lavaggio dei mezzi e delle attrezzature”. Il traffico di mezzi pesanti ed automezzi di cantiere nella zona di piazza Parano non verrà comunque eliminato, dato che gli stessi dovranno transitarvi per raggiungere il Centro Comunale di Raccolta di c.da Giammari per depositare o prelevare le frazioni di rifiuti che vi si raccolgono”.

Lodevole è l’idea di realizzare un’area pubblica di parcheggio per i cittadini, area necessaria in occasione di eventi e manifestazioni come l’imminente sagra delle pesche, ma le difformità e le titubanze meritano un più approfondita riflessione a parer nostro.

Gabriella Grasso