lunedì , Gennaio 25 2021

Enna – Paternò 0-3 In tre partite sei gol subiti e zero realizzati

Enna. Il Paternò di Pippo Strano, così come aveva fatto in Coppa Italia, esce dal Gaeta di Enna con una brillante vittoria a spese di un’Enna che ancora in questo campionato di Eccellenza arranca con grande difficoltà, evidenziando una struttura tecnico-tattica modesta, nonostante nel primo tempo abbia messo in difficoltà la squadra paternese sicuramente più organica e più tecnica, capace di sfruttare gli errori difensivi della squadra di casa. Tanta vigoria, tanto impegno da parte dei gialloverdi, specie nel primo tempo non hanno sortito alcun effetto positivo, le conclusioni sono state pochissime e per la maggior parte sballate, solo una conclusione di Baglione è stata eccellente ma Ferla è stato bravissimo. Il gol con cui il Paternò è passato in vantaggio è stato un omaggio della difesa gialloverde che si è disunita all’8’ del primo tempo consentendo a Cocuzza di segnare a seguito di un calcio d’angolo battuto da Scapellato con Fazzi sorpreso dalla vicinanza dell’attaccante paternese. Nel primo tempo l’Enna ha cercato di opporsi alla migliore disposizione del Paternò, ma i suoi tentati, coordinati da Baglione, il migliore dei gialloverdi, non riuscivano a trovare gli sbocchi per sorprendere la difesa avversaria; al 25’ Tourè ha finalizzato una manovra di tutto l’attacco ma la conclusione è sballata ed al 35’ Lombardo a seguito di punizione ha mancato a pochi metri dalla porta di Ferla. La ripresa è tutt’altra musica perché il Paternò spinge di più in attacco, ma al 9’ un gran tiro di Baglione da fuori area viene respinto con una grande parata da Ferla. L’Enna batte tre calci d’angolo di seguito ma senza frutto ed al 14’ una punizione di Provenzano viene respinta dalla difesa avversaria. Baglione esce per infortunio e viene sostituito da Buscemi. Nell’ultimo quarto d’ora l’Enna cede sul piano fisico e ne approfitta il Paternò che in cinque minuti consolida nettamente la sua vittoria mandando a segnare Strano su servizio di Cocuzza e Truglio realizza su passaggio di Strano. La partita si chiude con il successo netto del Paternò che festeggia il suo rimo posto in classifica. Il Paternò continua a mantenere la testa della classifica ed è sicuramente una delle favorite per la vittoria finale, l’Enna (in tre partite sei gol subiti e zero realizzati) sta dimostrando una modestia tattica ma anche un organico inadatto per il campionato di Eccellenza. Lo stesso Cosimano si lamenta di un organico modesto sul piano tecnico ed in queste condizioni la situazione diventa veramente grave. Pippo Strano a fine partita si dimostra soddisfatto per il risultato e per il gioco ma ha parole di elogio per l’Enna. “Se l’Enna gioca come ha fatto nel primo tempo si salverà facilmente”. Nicola Cosimano esce sconsolato. “Ci manca qualcosa per opporci a squadre più forti noi, specie in attacco soffriamo, Pignatta ancora non è in condizioni e sono costretto a far giocare giovani privi di esperienza”. Domenica si gioca in trasferta a Mascalucia contro l’Atletico Catania tra gli ultimi posti della classifica, rimane sempre una gara difficile per chi è costretto a cercare il primo risultato utile. Che il campionato di Eccellenza è difficile lo si sapeva. Ma ora c’è da correre subito ai ripari prima che la posizione dell’Enna diventi difficile e poco recuperabile. La presenza di tanti spettatori ad ogni partita dice chiaramente che il campionato è quello idoneo alla realtà dell’Enna, bisogna fare di tutto per restarci e questo lo possono fare giocatori ed allenatore gialloverdi.

TABELLINO:
ENNA – PATERNO’ 0-3
ENNA: Fazzi 6, Tourè 5.5, Russo F. 5, Zumbo 6.5, Russo M. 5.5, Lombardo 5.5, Caputa 5, Baglione 6 (63′ Buscemi 5), Provenzano 6, Soubai 5.5 (66′ Lentini 5.5), Amore 5.5 (78′ Pignatta 6). A disposizione: Patrinicola, Khalfouni, Spartano, Tinebra, Zodda. All.: Nicola Cosimano 6.
PATERNO’: Ferla 7, Coniglione 6.5 (88′ Nania s.v.), Santapaola 7, Privitera 7, Raimondi 7 (87′ Marino s.v.), Bontempo 7, Scapellato F. 7.5 (80′ Godino 6.5), Truglio 8, Cano 6.5 (60′ Scapellato D. 7), Cocuzza 8, La Piana 6.5 (68′ Strano A. 7). A disposizione: Cantarero, Cavallaro, De Marco, Carioto. All.: Pippo Strano 8.
ARBITRO: Angelo Gulisano di Acireale (CT) 6.5. Assistenti: Pietro Fardella 6.5 e Umberto Manfredi Matera di Palermo 6.5.
RETI: 7′ Cocuzza, 80′ Strano A., 85′ Truglio.
NOTE: 500 spettatori presenti, di cui almeno 100 provenienti da Paternò. Ammoniti: Soubai per l’Enna, Cocuzza, Privitera e Coniglione per il Paternò. Angoli: 6-6. Recuperi: pt 1′, st 4′.