sabato , Febbraio 27 2021

Il Vescovo di Nicosia a Gagliano presente alla stabilizzazione dei precari

Tredici dipendenti del comune di Gagliano (il 50% della forza lavoro, dodici contrattisti e un ex lavoratore socialmente utile, sono stati assunti a tempo indeterminato alla presenza del vescovo di Nicosia mons Muratore. Hanno firmato davanti al sindaco, Salvatore Zappulla, al vicesindaco, Vincenzo Di Cataldo, agli assessori Caterina Cocuzza e Gioiana Di Gesu e al presidente del consiglio comunale Giuseppe Candito. L’iter è stato portato a compimento grazie alla volontà politica dell’amministrazione e alle capacità di due funzionari, responsabili dell’area amministrativa. Salvatore Lo Bartolo e dell’area finanziaria Caterina Antonella Furnari. La firma è coincisa con la visita del Vescovo della Diocesi di Nicosia, monsignor Salvatore Muratore, venuto assieme al parroco di Gagliano, don Pietro Antonio Ruggiero, per incontrare gli amministratori. Gli ex contrattisti hanno anche ottenuto un incremento delle ore di lavoro. Sono dislocati nelle quattro aree dell’ente: tecnica, amministrativa, finanziaria e vigili urbani. Il funzionario Lo Bartolo, nel suo intervento, ha sottolineato l’importanza della stipula dei contratti, “segno tangibile che l’azione della pubblica amministrazione deve essere improntata su principi conformi ai valori del mondo cristiano”. “La stabilizzazione di questi precari è un traguardo raggiunto – ha dichiarato il sindaco Zappulla – sento il peso di quello che i cittadini si aspettano da me, il peso dei voti ricevuti e anche di quelli non ricevuti. Quello di oggi è un momento solenne di giustizia sociale – ha proseguito Zappulla – Non lo consideriamo un successo ma un traguardo raggiunto, legittimo e la garanzia di un diritto”. La visita del Vescovo: lotta alle piaghe e il problema della viabilità “Il vescovo viene a fare visita alle città a tutti gli amministratori con un intento molto semplice: vedere come state – ha esordito monsignor Muratore – non so quale sia la vostra dimensione, ma avere capacità progettuali anche con i tecnici è una cosa importante. Ma sulla strada tra Nicosia e Gagliano non si può fare niente?, non possiamo ribellarci? È una strada orribile. È impossibile pensare che un Comune debba essere isolato in questo modo”. Il sindaco Zappulla, ha annunciato che nel più breve tempo sarà realizzato solo il tratto che dal ponte di Gagliano arriva al bivio di Nicosia, verso Nissoria. “Ma c’è la promessa – ha concluso – che arriveranno fondi nazionali del Ministero dei trasporti per sistemare anche il tratto che va da Gagliano al ponte di Nicosia“.