lunedì , Gennaio 25 2021

Bambini della scuola dell’infanzia e primaria festeggiano con i giovani migranti ospiti a Villarosa

Villarosa. In un clima festoso i bambini della scuola dell’infanzia e primaria dell’Ic De Simone hanno accolto festosamente, nel plesso “Silvio Pellico”, un gruppo di giovani migranti, ospiti dello Sprar di contrata Quattro Aratati. L’iniziativa fa parte del “Progetto di educazione alla multiculturalità e alla tolleranza -Il Natale: Pace e fratellanza oltre i confini”, promosso dalla Cooperativa “Azione Sociale” in collaborazione con la scuola villarosana. Una bella idea che ben si addice proprio in questo momento storico non certo felice, nel quale si avverte la minaccia dell’intolleranza e un pericoloso rigurgito di paura delle diversità, “in cui appare lontana la possibilità di costruire un Mondo di Pace, Solidarietà e Convivenza”. I bambini, preparati dagli insegnanti, hanno fatto conoscere ai giovani ospiti africani, segni e simboli e raccontato, con recite e canti (bellissima la canzoncina cantata in inglese e accompagnata con la chitarra dal maestro Rizzo), il nostro tradizionale Natale coi suoi messaggi profondi e universali. Alla fine i bambini hanno condiviso con Diallo, Ousman, Ismaila, Abdou, Modou, Lamine cuccia, ceci e dolci preparati dalle mamme e pane condito con olio, ricavato dalle olive raccolte dai ragazzi dello Sprar in un terreno confiscato. “I bambini -hanno raccontato gli inseganti- hanno vissuto una giornata imparando l’amore verso i meno fortunati. Allo stesso tempo hanno appreso che siamo tutti uguali, anche se di colore diverso”. Hanno contribuito alla bellissima esperienza, nel rispetto della della preparazione didattica per la scuola: Mariella David, Elvira Ferrazzano, Maria Rita Parano, Carmela Lo Piano, Rita Gallina, Filippo Vetro e Aldo Rizzo; per lo Sprar-Siproimi: Cettina Quelina, Michele Cimino, Miriana Calcagno, Alou Kone e Valentina Strazzante.