domenica , Aprile 11 2021

Nicosia. Impressioni su “Nataleggiamo – un libro sotto l’albero”

Invitati da Alain Calò, Nostro collaboratore, a visitare Nicosia, qual momento migliore per vedere questo magnifico paese se non il giorno, o meglio dire “i giorni”, in cui presso l’Aula Consiliare del Palazzo di Città veniva effettuato l’evento “NataLeggiamo – un libro sotto l’albero”. Abbiamo colto la palla al balzo e siamo andati. Ad accoglierci vi sono due banner giganteschi, idea geniale e mai vista, in cui da un lato viene sottolineato l’importanza dei partner, non loghi coriandoli, ma persone che hanno creduto ad un progetto. E assieme ad IMPAVIDARTE, concorso artistico letterario fondato e gestito dallo stesso Alain e che, come ci ha detto, vorrà far partire nella Sua terza edizione prendendo dalle due edizioni precedenti quanto ciò di bello c’è stato e togliendo tutte le imperfezioni a partire da qualche collaborazione che ha fatto tutto tranne che collaborare, l’IRSSAF – Polo Universitario di Nicosia il cui Presidente è il Dr. Riccardo Fiscella e il Comune di Nicosia il cui Sindaco è Luigi Bonelli, troviamo la Confcommercio Enna, la Compagnia teatrale “Briciole d’Arte”, il Kiwanis Club di Nicosia e la famiglia Rotariana di Nicosia. Media Partner, oltre a noi, 94014.it. Dall’altro lato un secondo banner in cui vi sono scritti gli autori presenti nella manifestazione. Troviamo la Nostra Gabriella Grasso che aprirà la Kermesse, Leonardo Caltabiano, Gioia Pace, Liborio La Vigna, Rosario Russo, Cateno Tempio e Pino Bevilacqua. Entriamo e, accanto ad un roll up vediamo un frenetico Alain che ci guarda e ci viene a salutare ripetendo sempre, quasi come un disco rotto, “qui ci sono solo numeri uno come autori e come relatori”. E d’altronde, leggendo il programma, vediamo che accanto agli autori vi sono dei relatori che rappresentano delle eccellenze a Nicosia e nei dintorni: Enzo Spinelli, Michele Schillaci, Valentina D’Alessandro, Giovanni D’Urso, Sasà Rizzo e Maria Assunta Spinelli. La domenica veniamo informati che il sabato Valentina D’Alessandro e un’altra eccellenza Nicosiana quale la prof.ssa Enza Ferrara hanno incantato il pubblico presente con dei momenti musicali. Entriamo nell’Aula consiliare e ci confondiamo: pienissima. Restiamo in piedi e vediamo l’inaugurazione: al tavolo sono seduti Alain, Riccardo Fiscella, Luigi Bonelli e Daniele Pidone, quest’ultimo assessore che è stato un grande promotore di NataLeggiamo, cuore pulsante dell’evento. Si fa l’inaugurazione e parte il lungo viaggio della tre giorni. Cosa dire? Sicuramente NataLeggiamo è l’apoteosi per Nicosia della Cultura e del Confronto. Sul tavolo si alternano visioni diverse, culture differenti ma che dialogano tra loro e con il pubblico, formando un organismo unico che rende l’intera manifestazione un qualcosa di vivo. Sorridiamo, ogni tanto, pensando a quanti attacchi spesso si ricevono quando si fa Cultura, avendo ben ovvio che la Cultura è di tutti e proviene da tutti. Si dice: quello è di Sinistra (quando, con disprezzo, non lo si epiteta come “comunista”), che ne può capire di vera Cultura? (e, ovviamente, il viceversa). Espressioni che denotano la pochezza di chi parla a vanvera e che per dignità dovrebbe star zitto per non togliere ogni dubbio sull’ignoranza che lo pervade. Ignoranza che può essere curata anche (non diremmo mai “solamente”) assistendo a Eventi come “NataLeggiamo – un libro sotto l’albero”. Un evento che ci auguriamo Alain ripeterà il prossimo anno. E, conoscendolo, sappiamo che lo farà!