lunedì , Aprile 12 2021

Costituito il gruppo locale “Nati per Leggere di Aidone”

Aidone. Costituito il gruppo locale “Nati per Leggere di Aidone”. “La costituzione del gruppo è un importante traguardo per la nostra comunità, poiché Nati per Leggere è un Programma nazionale di promozione della lettura condivisa in età precoce e propone gratuitamente alle famiglie, con bambini da 0 a 6 anni, attività di lettura che rappresentano, secondo l’evidenza scientifica, un’esperienza fondamentale per lo sviluppo cognitivo, linguistico, emotivo e relazionale del bambino”- dichiara Giovanna Leanza, che fa parte del gruppo di operatori e volontari coinvolti nel NpL assieme a: Maria Calcagno,  Rosa Copia, Lorena Ganci, Tiziana Grasso, Cinzia Mangione, Rosanna Mannino, Anna Maria Messina, Giovanna Leanza, Serena Raffiotta, Concetta Scroppo.

Il gruppo è stato costituito a seguito dell’incontro svoltosi, al comune di Aidone, alla presenza dell’assessore alla Cultura Gabriele Virzì, del consigliere comunale Giovanni Calcagno e della referente Aib del Coordinamento Nati per Leggere di Enna e Caltanissetta, Marcella Gianfranceschi, con gli operatori e i volontari formati ed abilitati ad operare sul territorio nell’ambito del Programma NpL. L’iniziativa ha suscitato l’interesse dell’amministrazione comunale, che si è resa disponibile a collaborare per la diffusione del Programma NpL e ad attivare azioni di rete e sinergie che possano incentivare il lavoro degli operatori e dei volontari NpL. Nato dalla collaborazione tra l’associazione culturale Pediatri (ACP), l’associazione italiana Biblioteche (AIB) e il Centro per la Salute del Bambino (CSB), il Programma intende raggiungere tutte le bambine e tutti i bambini per tutelare il loro diritto e il piacere alla lettura. In provincia di Enna è promosso dal Polo bibliotecario provinciale di Enna, curato dalla soprintendenza Beni culturali e ambientali Gli operatori e i volontari, consapevoli dell’importante ruolo che ricoprono, saranno impegnati nella realizzazione di attività ed iniziative, al fine di diffondere un Programma dal forte impatto educativo e sociale, che rappresenta un’opportunità e una risorsa per l’intera comunità.

Angela Rita Palermo