mercoledì , Gennaio 27 2021

On.Luisa Lantieri su viabilità principale e secondaria della provincia di Enna

Vertice in Prefettura sulla viabilità principale e secondaria della provincia di Enna. Il resoconto sul tavolo di confronto al seguente link: Prefettura di Enna: tavolo confronto su viabilità principale e secondaria. Intervenuta alla presenza del Prefetto di Enna, Matilde Purrera, tutta la deputazione nazionale e regionale della provincia, isindaci della provincia e i vertici ANAS.
L’on.Luisa Lantieri, così ha sintetizzato l’incontro:
“L’ingegnere Mele dell’ANAS ha ribadito, ai rappresentanti dei territori, quello che mi aveva comunicato già la scorsa settimana in IV Commissione ovvero come si presenta la situazione a seguito di una precisa attività di monitoraggio presso le nostre strade. L’ANAS ha individuato cinque rampe sulle quali si dovrà intervenire con le relative possibili alternative: la rampa A che inerisce al flusso di traffico che da Catania va verso Enna per la quale è prevista come alternativa la ss192 si tratta di un aumento del percorso di circa 20 km quindi in termini di tempo un aumento di 19 minuti. Sempre riguardo questo tratto di strada si pensa anche di utilizzare lo svincolo Ferrarelle ma ciò comporterebbe un allungamento del tragitto di almeno 7km; la rampa B che da Enna va a Catania per la quale l’alternativa è la SS192 da Enna a Dittaino; la rampa C riguarda il traffico che da Palermo va verso Enna è il tratto per il quale sono previsti lavori più veloci che comporteranno 2/3 settimane di chiusura in tal caso l’alternativa pensata è Mulinello o uscire a ponte cinque archi; infine la rampa D cioè quella che da Enna conduce a Palermo.
Voglio precisare che alcune prevedono una lavorazione meno critica rispetto ad altre ci viene detto che agevole sarà la lavorazione su quella che da Palermo va verso Enna laddove è prevista solo la ripavimentazione che impiegherà un paio di mesi con una parzializzazione della chiusura prima della riapertura al traffico. La parte più critica è il viadotto EUNO per il quale si prevede un cantiere di almeno 6 mesi con totale chiusura. In merito si stanno cercando delle alternative: realizzare il sollevamento delle campate o prevedere un senso unico alternativo mettendo un semaforo o ancora si cercherà di aumentare la lavorazione notturna anche se ciò potrà avvenire solo nei mesi primaverili e solo per determinati lavori meno delicati.
Intanto, ho nuovamente sottoposto le criticità della la SS117-bis Enna-Gela rispetto alla quale mi hanno comunicato che nella stessa sussistono problemi di appoggio pertanto non è possibile intervenire nell’imminente con dei lavori che al momento risultano impossibili, ad ogni modo mi hanno assicurato che sara’ potenziata la segnaletica al fine di far presente ai veicoli la presenza dell’interruzione.
Infine, finalmente posso comunicare l’imminente inizio dei lavori sulla SP/16 la strada che congiunge il Comune di Piazza Armerina a quello di Mirabella Imbaccari. Il finanziamento è di un milione e seicentomila mila euro e rappresenta per me motivo di grande soddisfazione ma è anche il completamento di un percorso lungo anni durante i quali ho costantemente vegliato sulla vicenda già da quando svolgevo le funzione di Assessore Regionale alle autonomie locali. È sempre stato un tratto di strada particolare e pericoloso per via delle numerose curve che presenta ed inoltre Mirabella risulta sprovvista di un pronto soccorso ed in caso di emergenza il presidio ospedaliero di Piazza Armerina risulta raggiungibile proprio attraverso la Sp/16”.

Un milione e cinquecento mila euro (1.500.000), già deliberati, per interventi urgenti sulla strada Nicosia – Agira, un primo tratto già appaltato alla ditta Evergreen sulla strada per l’Altesina e un milione e duecentomila euro (1.200.000) per il secondo tratto della strada Altesina già aggiudicato alla ditta Arcat.