mercoledì , Gennaio 20 2021

Piazza Armerina. “Vi chiedo di non rivelare i dettagli di questa operazione”

Chissà a quale operazione il nostro Assessore si riferisca? Di certo, in “emergenza” Coronavirus, non a quella relativa all’articolo ed alle sue dichiarazioni… E a chi o a quale organo avrebbe chiesto di non rivelare, cosa? Lascio libertà d’immaginazione.
Chi per passione, chi per motivi di studio, chi più, chi meno, ci siamo ritrovati a studiare Storia. E studiando, studiando “abbiamo scoperto che: i mille di Garibaldi, non erano mille; la guerra dei cento anni, non durò cento anni; i trecento, non erano trecento. Insomma, numeri sparati a ca..o. Come quelli dell’Assessore al Turismo del Comune di Piazza Armerina. L’Assessore, vuole fare parte della Storia, sì, di quella che si studia a scuola, no, no, forse un’altra storia. Ecco cosa dichiara: “Per un’intera settimana la Piazza Armerina turistica sarà sotto i riflettori mondiali grazie alla presenza di gruppi di influencer, provenienti da diverse nazioni, che possono contare su una platea complessiva di circa 300milioni di utenti internet. E’ un’occasione unica che consentirà alla nostra città, in un momento così difficile per il turismo, di godere di un tipo di promozione particolarmente incisiva, visto che gli influencer sono ormai riconosciuti in assoluto il miglior modo per diffondere stili di vita, prodotti e servizi”. Che bella notizia, che boccata d’ossigeno per la nostra città. Ma ho letto bene? Trecentomilioni????. Eh sì, ho pure riletto, verificato e confermato. Vabbè, ma che male c’è sparare a zero, ha solo inserito un tre davanti a tanti zeri, e allora? Tutti coloro che hanno fatto la storia, i grandi della storia, l’hanno fatto gonfiare i numeri per ottenere più consensi, più attenzione, più clamore e poi, Piazza Armerina è conosciuta come la città “di centu ova, quannu a mala pena nav’na truvatu na scorcia”, vedete? Anche questo aneddoto è passato alla storia. Anche l’Assessore della città dei mosaici passerà alla storia come un grande, sì, un grande…

Nel frattempo e dopo questa breve “prefazione”, la parola, scritta, al Cittadino Incompetente
DALLA PRIMAVERA ARABA AL CORONAVIRUS

Abbiamo dovuto sorbirci l’Assessore Guida Turistico che in una trasmissione televisiva, con la sua consueta spocchia e prosopopea, attribuiva il calo di quasi 50.000 ingressi alla Villa romana di Piazza Armerina nel 2019 al ”rientro delle Primavere Arabe”.
Qualcuno però avrebbe dovuto ribattergli che le primavere arabe si sono verificate tra il 2010 e il 2012. Pertanto il rientro delle primavere arabe si è avuto già a partire dal 2013. Oggi siamo nel 2020 e tu, Guida Turistico, davvero non puoi prenderci in giro attribuendo i tuoi fallimenti politici ed amministrativi e giustificando le tue promesse fasulle con vicende geopolitiche risalenti a sette, ad otto anni fa…” perché il turismo è una scienza esatta!”.

Ma ecco che in soccorso di Guida Turistico quest’anno arriva il Coronavirus.
Questo sì, un vero alibi di ferro, il Coronavirus permetterà a Guida Turistico di giustificare il tracollo del turismo durante il suo mandato ed egli da adesso in poi potrà farsi scudo col Coronavirus almeno per i prossimi 20 anni e potrà dire che è stata tutta colpa del Coronavirus!
A causa dell’emergenza CORONAVIRUS sempre più paesi sconsigliano i viaggi in Italia, il presidente della Regione Saro Bellissimo agli italiani del Nord Italia ordina: “Per ora non venite in Sicilia”. E ai turisti: “Qui non c’è focolaio”.
Con conseguenze drammatiche sul turismo e sul PIL.
Cosa fare, nel piccolo, per arginare i danni?
Di piccolo nulla di grande tanto! ha tuonato l’Assessore Guida Turistico, mentre l’Italia piange le conseguenze disastrose del CORONAVIRUS l’assessore nei prossimi giorni intercetterà 300 milioni di turisti (neppure il grande Silvio si era spinto a tanto! Lui si era fermato ad un milione di posti di lavoro), 300 milioni di followers degli influencer che saranno, FORSE, alle Ciminiere di Catania per l’incontro del: TBEX Europe 2020. Catania, Italy. March 10 – 13 2020. Le Ciminierie, Viale Africa 212, Catania, Sicily.
Lui, lo scienziato del Turismo della scienza esatta, lui che ancora chiama in causa, nel vanesio tentativo di giustificarsi, le Primavere Arabe (nel 2020 !), lui che cercava di venderci il passaggio del TBEX Europe 2020 in Sicilia come una sua iniziativa, lui capace di dire in diretta che il calo degli ingressi alla Villa del Casale nel 2019 non era stato di quasi 50.000 turisti ma solo di 20.000 (perché li aveva contati lui?) e che comunque il calo era dovuto al rientro delle primavere arabe di 8 anni fa!
Di Guida Turistico ci ricordiamo:
il mitico trenino comunale…
La rete dei Comuni Amici… non piú amici.
Il padiglione commerciale enogastronomico Norma nell’aeroporto di Catania… di cui si sono perse le tracce..
I fiumi di croceristi i cinesi, russi, americani che dovevano ingolfare il centro storico di Piazza Armerina… mai visti e mai pervenuti!
Il basalto sforacchiato dai paletti di ghisa piantati lungo tutta la via Marconi su pressanti richieste di Guida Turistico per proteggere l’enorme afflusso di visitatori: paletti poi espiantati per la vergogna. Rimangono ancora i buchi ad imperitura memoria.
Sul pilomat … sempre voluto da questo astro della scienza esatta .. .stendiamo un velo pietoso..
I VIP di tutto il mondo che dovevano comprare palazzi in centro storico per il tramite di apposito assessore vip di Milano assunto all’uopo e poi cacciato via… mai visto un vip, mai venduto un metro quadro.
La campagna delle adozioni delle aiuole di brecciolino o piene di erbacce e di fichidindia marciti dal freddo, stendiamo un velo pietoso. Hanno tolto le insegne coi nomi degli ”adottanti” per la vergogna.
L’apertura al pubblico delle chiese di S.Anna e di S.Chiara con tanto di banda musicale e Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare al seguito… edifici poi rimasti chiusi come prima e più di prima.
Il grande mercatino di Natale del 2018 in Piazza Gen. Cascino… con tutti gli stands chiusi !
La via Garibaldi doveva diventare come il corso Umberto di Taormina .. è diventata invece il viale della Desolazione e delle saracinesche abbassate h24.
La Villa romana regalata su un piatto d’argento agli amici del Val di Noto .. se ne è parlato ampiamente… non va neanche più di tornare sull’argomento.
La lista dei fallimenti é lunga.
La lista si allunga con la prima quintana del Saraceno a pagamento… il primo concerto popolare di ferragosto a pagamento con numero di posti limitato.. non era mai stato a pagamento il concerto di Agosto.
La lista si allunga con lo sconcertante concerto di Noa nella basilica della Villa romana, sopra delicatissime vestigia di pavimenti marmorei policromi di inestimabile valore culturale, un concerto blindato per pochi eletti, con tanto di chef stellato per il rinfresco, complice un direttore del parco archeologico che si trova perfettamente a suo agio in ambienti oligarchici ed ”elitari” e che ha talmente gradito il nuovo corso inaugurato dal concerto di Noa dai nuovi patrizi dentro la nuova Domus Aurea, da mettere in programma altri due o tre eventi simili per l’estate 2020, sarete sempre voi, saranno sempre loro i fantastici 200, sempre con denari pubblici, sempre a porte chiuse, lontani dal popolo… chi è il popolo? a cosa serve? che diritto ha di assistere agli spettacoli? Diglielo Calascibetta ”siamo noi l’elite! perché noi siamo noi e voi non siete un c… come diceva il Marchese del Grillo!”. Noa sarà ricordata. .. l’evento invero più classista ed antipopolare degli ultimi secoli a Piazza Armerina… una dimostrazione di arroganza pura e sbandierata ai quattro venti ed in spregio di ogni valore amministrativo e democratico…

Ma ora per fortuna di Guida Turistico e di Calascibetta è arrivato il CORONAVIRUS che giustificherà tutti i loro fallimenti. Se le primavere arabe possono tornare utili dopo 8 anni .. il coronavirus tornerà utile almeno per i prossimi 20 anni…

Che bei tempi quando in città si programmava l’Estate Armerina, l’estate del popolo, l’estate di tutti, poveri e ricchi, senza transenne, senza biglietti, senza contesse Viendalmare e senza gli ”amici di Catania” era l’estate della città.

Quanto ci manchi Assessore al turismo Filippo Venezia… che meraviglia quelle tue indimenticabili estati degli anni ’80… di te parleremo presto e ti ricorderemo con tutto l’affetto che meriti, tu eri uno di noi ed hai lasciato un segno nel cuore dei Piazzesi.

f.to IL CITTADINO INCOMPETENTE


P.S. a causa del Coronavirus abbiamo appena perso 300.000.000 (trecento milioni) di turisti per l’anno 2020… il TBEX é stato annullato. Da oggi in poi, da adesso e per sempre … tutto sarà a causa del Coronavirus!