martedì , Gennaio 26 2021

Sindaco Villarosa: “il virus non è di destra o di sinistra”, chiesta dalle opposizioni la sanificazione

Villarosa. Diretta streaming da palazzo di città, venerdì sera, del sindaco Giuseppe Fasciana, per fare il punto e dare delucidazioni e consigli sulla contaminazione Coronavirus. Nell’occasione, non ha mancato di buttare qualche frecciatina qua e là, probabilmente dirette verso il presidente del Cnsiglio comunale e i consiglieri di opposizione (“ritengo molto riduttivo in questo momento fare politica dietro una situazione del genere o comunque fare riapparire o riaffiorare ruoli che magari sono stati assenti, dormienti o addirittura in letargo”; oppure: “il virus non è di destra o di sinistra. E’ un problema sociale e quindi non si può fare politica dietro a queste cose”) rei forse di rendersi disponibili a “volere sostenere a loro spese esclusive i costi della sanificazione” delle due comunità villarosane. Tra le tante cose dette ha colto l’occasione per fare una dotta disquisizione sul “termine di sanificazione e di disinfezione”, chiarendo, quindi, le ragioni per cui, nonostante le sollecitazioni che arrivano da molti cittadini, ha deciso per il momento di non avviare un intervento di sanificazione delle strade cittadine. E questo perché, secondo Fasciana, “non c’è nessun obbligo e nessuna raccomandazione da parte delle autorità” di riferimento nell’emergenza Coronavirus. “Obbligo non previsto, è vero -sostengono l’ex vice sindaco Katya Rapè e il consigliere Giuseppe Ippolito – Ma in migliaia di comuni di tutta Italia si sta procedendo alla sanificazione e disinfezione anche in strada, come avvenuto in Cina o in Corea del Sud e come sta avvenendo in molte parti d’Europa. Città come Palermo, Firenze, Napoli e tantissime altre, ma anche Enna, Piazza Armerina, Valguarnera, Leonforte, per non andare molto lontano, si stanno adeguando”. “In un momento storico e delicato del genere bisogna agire con azioni forti e concrete” – dice il presidente del consiglio comunale Riccardo Zaffora – Riteniamo che la disinfestazione ambientale sia utile anche perché, a prescindere dal Covid-19, che non sappiamo come si manifesta e si trasforma, in ogni caso può aiutare a risolvere altre problematiche. Quindi nulla di politico da parte nostra”. “Non si può aspettare: E’ il momento di agire -afferma la consigliera di Diventerà Bellissima, Lorena Pignato – Così come è importante istituire un servizio di volontariato domiciliare di assistenza per le fasce più deboli”. “Già da tempo che sollecito il sindaco – aggiunge la consigliera Donatella Baglio Pantano – alla sanificazione totale chiedendone l’estensione alle strade di Villarosa e Villapriolo. Scelta che dovrebbe essere assunta dal Sindaco senza indugio, prendendo da modello gli altri enti della provincia di Enna”. Insomma, nonostante le tante sollecitazioni, per Fasciana è evidente, allo stato attuale, salvo uffici comunali e scuole, l’inutilità nella disinfezione delle strade, nel ridurre il rischio di contaminazione da Covid- 19.

Giacomo Lisacchi